Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ricordi una donna coraggiosa, un eroe civile

Omicidio Teresa Buonocore: Lo Stato aiuti le due bambine


Omicidio Teresa Buonocore: Lo Stato aiuti le due bambine
22/09/2010, 16:09

ROMA - “Mi auguro che lo Stato, in questo momento, sappia essere vicino alle due bambine di Teresa Buonocore, rimaste orfane e provate, così come sta facendo il sindaco di Portici che ha deliberato l’istituzione di due borse di studio del Comune per sostenerle. Chiedo al Senato di attivarsi in una direzione simile”.
La senatrice Anna Maria Carloni è intervenuta in Aula, al Senato, per “ onorare la memoria di una splendida figura, una donna combattiva del Mezzogiorno, una madre che è stata uccisa barbaramente con quattro colpi al volto mentre si recava al lavoro tra la città di Portici e Napoli”.
“Nelle prime ore – ha dichiarato Carloni – alcuni hanno scritto che sembrava un regolamento di conti di camorra, ma quella mamma con la camorra non c'entrava proprio niente. Al contrario, Teresa Buonocore è stata giustiziata perché si era permessa di denunciare e di battersi e testimoniare in tribunale contro un criminale che aveva abusato di sua figlia, una bambina. Teresa era andata fino in fondo, non si era fatta abbattere né dalla paura né dalle minacce ricevute. Quell'uomo, che aveva precedenti di omicidio, che aveva intimidito tante persone, che aveva provato a piegare anche lei bruciandole la porta di casa, sta ora scontando la pena presso il carcere di Modena”.
Quella mamma – ha spiegato Carloni - è al tempo stesso una tragica vittima della violenza più brutale e più antica, ma tragicamente attuale, contro le donne e contro i più deboli. È però anche il simbolo positivo del coraggio di tante donne del Sud, della responsabilità di una donna meridionale che crede nella legge, che si batte perché sia rispettata fino in fondo. In questo senso, questa donna è un eroe civile. Per questo - ha concluso Carloni - credo che il Senato, con le altre istituzioni dello Stato, possa e debba attivare tutti gli interventi utili a ricordare questa figura ed aiutare le due bambine”.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©