Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Blitz degli agenti alle prime luci dell'alba

Omicidio Tommasino: 12 fermati a Castellammare di Stabia


Omicidio Tommasino: 12 fermati a Castellammare di Stabia
19/02/2011, 12:02

CASTELLAMMARE DI STABIA- In merito all’efferato omicidio del consigliere comunale Luigi Tommasino avvenuto a Castellammare di Stabia due anni fa , dalla prime luci dell’alba di questa mattina gli agenti del commissariato stabiese hanno dato vita ad una vasta operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia del Tribunale di Napoli, con l’esecuzione al decreto di fermo emessi dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e dai sostituti Pierpaolo Filippelli e Claudio Siragusa nei confronti di 12 persone, alcune delle quali gravemente indiziate di appartenere al clan stabiese dei D'Alessandro. Ai fermati viene dunque contestato il reato di associazione camorristica e, due degli indagati, Tramparulo ed Esposito, sono anche accusati dell'omicidio di Antonio Scotognella, un parcheggiatore abusivo assassinato nel giugno del 2009 sul litorale stabiese.  Tommasino che ricopriva la carica di consigliere comunale a Castellammare  fu ucciso due anni fa in un agguato di chiara matrice camorristica  in viale Europa, poco lontano dalla sua abitazione, fu avvicinato infatti due persone a bordo di uno scooter Beverly, con il volto coperto dal casco, che esplosero nei suoi confronti numerosi colpi di pistola, l’omicidio avvenne davanti al figlio 15enne della vittima. Subito scattarono le indagini da parte degli inquirenti che permisero di individuare i presunti esecutori materiali, che sono già a giudizio, le indagini invece proseguono per scoprire i mandanti dell'omicidio.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©