Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fermati 36 nordafricani nei vagoni del treno

Omicidio Torpignattara: caccia serrata ai killer, 4 arresti

Nelle indagini sono in azione 150 militari

Omicidio Torpignattara: caccia serrata ai killer, 4 arresti
10/01/2012, 12:01

ROMA - Si fanno sempre più serrate le indagini sul duplice omicidio di Tor Pignattara. All’alba i carabinieri hanno arrestato quattro persone alla stazione San Lorenzo, a poche centinaia di metri in linea d’aria dal luogo dove è stata trovata la borsa rubata a Zhou Zheng. Mentre migliaia di cinesi si preparano a sfilare per le strade di Roma in omaggio a Zhou e Joy, il nucleo investigativo dei carabinieri cerca di dare un nome e un cognome agli assassini.
Stamattina sono stati controllati 25 vagoni ferroviari, all’interno dei quali dimoravano 36 persone di origine nordafricana, molti sprovvisti di documenti. Il blitz ha portato all’arresto di quattro persone: tre per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e una per possesso di un documento falso. Anche gli altri nordafricani sono stati portati in caserma perché privi di documenti. Saranno sottoposti a controlli per accertare la loro identità e verificare se hanno precedenti penali. Nelle indagini sono impiegati 150 carabinieri di tutte le stazioni di Roma con unità cinofile antidroga e antiesplosivo, coadiuvati anche da un elicottero. Sono impiegate tutte le forze a disposizione per risalire ai due killer che sono stati identificati nelle immagini riprese dalla telecamera di sorveglianza di una banca del Prenestino. I due assassini sono fuggiti con uno scooter, che poi è stato abbandonato, insieme alla borsa e ai soldi. Il tempo permetterà di capire se tra i 36 nordafricani fermati e, in particolar modo, tra i quattro arrestati ci sono i due uomini che hanno tolto la vita di Zhou e Joy.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©