Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Massimo riserbo sui nomi dei sospetti, ma sono della zona

Omicidio Yara: deciso test Dna a dieci persone


Omicidio Yara: deciso test Dna a dieci persone
01/03/2011, 10:03

BREMBATE DI SOPRA (BERGAMO) - Nuovi sviluppi sulla base dei primi risultati dell'autopsia fatta ai resti di Yara Gambirasio, la ragazza di 13 anni di Brembate di Sopra sparita all'uscita della palestra lo scorso 29 novembre. Innanzitutto sembra che si possa escludere la violenza sessuale, anche se non si può escludere il tentativo di violenza, che può aver generato una resistenza da parte della ragazza e quindi la reazione omicida del rapitore. Inoltre sono state trovate tracce di materiale organico sul corpo della ragazza, da cui è stato estratto il Dna. Questo materiale genetico verrà confrontato, per decisione dei magistrati, con quello di dieci persone, di cui non sono stati resi i nomi, ma si tratterebbe di persone che vivono tra Brembate di Sopra e Chignola d'Isola, dove il corpo è stato trovato. Pare che si tratti di persone con precedenti specifici di aggressione contro donne oppure di violenza sessuale, ma al momento vige il più stretto riserbo.
Per avere i risultati completi dell'autopsia ci vorrà comunque del tempo, anche perchè lo stato dei resti ha complicato enormemente il lavoro degli anatomopatologi

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©