Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non ci sono però novità nell'individuazione dell'omicida

Omicidio Yara: sulla biancheria intima c'era liquido seminale


Omicidio Yara: sulla biancheria intima c'era liquido seminale
11/04/2012, 16:04

BERGAMO - Finora si è sempre detto che sugli abiti di Yara Gambirasio, la tredicenne uccisa il 26 novembre 2010 a Brembate di Sopra - provincia di Bergamo - e il cui cadavere venne trovato tre mesi dopo, c'erano delle "tracce biologiche", non meglio specificate. Oggi, secondo quanto riferisce Sky Tg24, si è certi che si tratta di tracce di liquido seminale, trovato sugli slip e sui leggings che la ragazza indossava al momento dell'omicidio. Questo avvalorerebbe l'ipotesi investigativa che la ragazza sia stata violentata (o che sia stata uccisa nel tentativo di resistere ad una violenza sessuale).
E questo spiega ulteriormente la modalità di indagine scelta dal Pm, di concentrarsi sulla ricerca attraverso il Dna. Ben 14 mila persone sono state convinte a farsi fare l'esame del Dna, ma nessuno corrisponde a quello trovato nel liquido seminale. Anche se tempo fa si è parlato di una certa somiglianza col Dna di uno degli esaminati, al punto da far pensare che l'assassino fosse un parente di questa persona.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©