Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

ONCOLOGIA 4.0 IMMUNO-ONCOLOGIA TRA INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA'


ONCOLOGIA 4.0 IMMUNO-ONCOLOGIA TRA INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA'
11/10/2017, 11:18

Saranno presenti: Vincenzo De Luca, Presidente Regione Campania - Enrico Coscioni, Consigliere del Presidente della Giunta Regionale per i temi attinenti alla sanita`, con delega ai rapporti con gli organismi regionali e del Governo in materia di sanita`, Regione Campania e Silvestro Scotti, Segretario Generale Nazionale FIMMG - Paolo Ascierto, Direttore SC Oncologia Medica e Terapie Innovative, IRCCS Fondazione Pascale, Napoli - Giacomo Carteni`, Direttore UOC Oncologia Azienda Ospedaliera Cardarelli, Napoli Vincenzo Montesarchio, Direttore UOC Oncologia AORN Ospedali dei Colli - Monaldi, Napoli Giuseppe Spadaro, Immunologo, Responsabile UOSD Immunodeficienze, AOU Federico II Napoli Pio Zeppa, Direttore f.f, Anatomia Patologica AOU San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona, Salerno Andrea Marcellusi, Ricercatore presso I.R.P.P.S. - CNR, EEHTA CEIS, Universita` Tor Vergata, Roma Attilio A.M. Bianchi, Direttore Generale IRCCS Fondazione Pascale, Napoli Ugo Trama, Responsabile UOD politica del farmaco e dispositivi Giuseppe Longo, Direttore Generale AORN Ospedali dei Colli - Monaldi, Napoli Ciro Verdoliva, Direttore Generale Azienda Ospedaliera Cardarelli, Napoli

L’innovazione farmaceutica pone nuove sfide per la futura sostenibilita` della spesa pubblica in ambito sanitario, poiche´ le nuove terapie costano di piu` ma garantiscono d’altra parte, maggiore efficacia e tollerabilita` da parte del paziente. In Italia nel 2016 sono stati stimati 365.800 nuovi casi di tumore (189.600 negli uomini e 176.200 nelle donne), in Campania 29.500 (15.900 uomini e 13.600 donne). Si stima che oggi in questa regione vivano circa 212.100 cittadini dopo la diagnosi di tumore, una cifra in costante crescita. In questo contesto, gli stili di vita possono giocare un ruolo primario. Le nuove armi innovative, come l’immuno-oncologia e le terapie a target molecolare, sono in grado di sconfiggere la malattia o comunque di migliorare la sopravvivenza del paziente in modo significativo. Il nuovo corso dell’oncologia, che spazia dai corretti stili di vita, agli screening, alle nuove armi terapeutiche, sta portando a una vera e propria rivoluzione nelle cure nel modo di approcciarsi a tali patologie.

L’evento e` realizzato grazie al contributo non condizionato di Bristol Myers Squibb

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©