Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le vittime sono tutte di nazionalità cinese

Ondata di maltempo: tre persone morte a Prato


Ondata di maltempo: tre persone morte a Prato
05/10/2010, 09:10

FIRENZE - Sono salite a tre le persone morte a causa del maltempo che ha colpito Prato. Il terzo cadavere recuperato dai vigili del fuoco era rimasto incastrato in un'auto in un sottopassaggio. Lì erano già stati trovati altri due corpi senza vita. Le vittime sono tutte di nazionalità cinese. Trovata anche un'altra auto nello stesso sottopasso ma non ci sono cadaveri a bordo. Anche in Liguria, colpita da nubifragi e forti disagi, il bilancio è pesante. A Genova le zone del ponente sono rimaste allagate, numerosi gli automobilisti imprigionati nelle loro auto bloccate nei sottopassi.
Disagi anche in autostrada e all'aeroporto, che nonostante sia stato riaperto dopo diverse ore di stop, è rimasto isolato per l'intasamento della viabilità circostante. Al Salone Nautico Internazionale, il vento e la pioggia hanno staccato il pezzo di uno stand. Un addetto ai lavori è rimasto ferito, ma non è grave. Molto colpita la zona di Varazze dove si è verificato il crollo di un a casa e per questo la gente è dovuta fuggire dalle proprie abitazioni. Il nonno e la nipotina dispersi per ore sono stati ritrovati sani e salvi, si erano soltanto riparati a casa di un conoscente.
Grosse difficoltà anche a Cogoleto e nelle frazioni. Sull'Aurelia tra Voltri ed Arenzano una galleria ha ceduto. Circa quaranta passeggeri sono rimasti intrappolati per più di tre ore su un treno sulla Genova- Ovada ( Alessandria). L'unità di crisi della Protezione civile del Comune di Genova è riunita per tenere sotto controllo la situazione. Stanotte sono previste infatti ancora piogge, soprattutto sul levante, nel Tigullio e nello Spezzino. Il sindaco di Genova Marta Vincenzi che si trova a Bruxelles, afferma: "Quando ci sono situazioni come queste vengono alla mente i giorni dell'alluvione del 1970 e poi ancora la successiva, la peggiore, quella del '92.
Conoscendo le fragilita' del nostro territorio e quali disgrazie e morti ci siano state in passato, quando abbiamo avuto piogge così forti e insistenti, proprio nel periodo tra ottobre e novembre, penso che in questi anni siano stati fatti interventi e pianificazioni giusti perché oggi morti e distruzione non ce ne sono stati".
Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso, mercoledì andrà a Cogoleto per una visita che era già stata programmata, ma sarà ancora più rilevante proprio per l'ondata di maltempo abbattuta sul savonese e il genovese.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©