Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Operazione "Alto Impatto": 3 arresti a Melito di Napoli


Operazione 'Alto Impatto': 3 arresti a Melito di Napoli
22/11/2012, 11:51

Non si ferma la lotta alle piazze di spaccio nell'area Nord Di Napoli, infatti questa notte a Melito di Napoli i carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno svolto un servizio ad “alto impatto”, procedendo a perquisizioni per blocchi di edificio e al controllo dei pregiudicati e dei personaggi d’interesse operativo del luogo, con la collaborazione di alcune squadre "tagliatori" dei Vigili del fuoco di Napoli per smantellare sistemi di difesa passiva quali cancellate o muraglie erette per intralciare le forze dell’ordine o di controllo “a distanza” quali sistemi di videosorveglianza. I carabinieri, che nell’operazione hanno impiegato uomini della compagnia di Giugliano in Campania, del battaglione Campania e Veneto, dei nuclei cinofili ed elicotteri di Pontecagnano (Sa) hanno arrestato: un uomo di  65 anni, residente in via roma, già noto alle forze dell'ordine, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso l’8 novembre scorso dalla corte d’appello di Ancona, dovendo espiare la pena di 6 anni e 6 mesi di reclusione per l'accusa di spaccio di stupefacenti; un uomo di 34 anni, residente in via e. de nicola, già noto alle forze dell'ordine, raggiunto da un ordine di carcerazione da scontare col regime degli arresti domiciliari emesso il 19 novembre scorso dal Tribunale di Napoli, dovendo espiare la pena di 10 mesi di reclusione per evasione; infine i carabinieri hanno tratto in arresto un giovane di 23 anni, residente in via umbria, raggiunto da un ordine di carcerazione agli arresti domiciliari emesso il 30 ottobre dal tribunale di Napoli, dovendo espiare la pena di 11 mesi e 22 giorni di reclusione per spaccio di stupefacenti; inoltre, su via Lussemburgo, in un nascondiglio ricavato nella facciata del civico 23 e occultato da uno sportello, sono stati rinvenuti 227 dosi di cocaina e 16 dosi di crack, per un peso complessivo di 70 grammi di cocaina e 20 grammi di crack. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati condotti, rispettivamente: il 65enne al carcere di Poggioreale e gli altri due arrestati nelle loro rispettive abitazioni dove sconteranno la pena agli arresti domiciliari.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©