Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Le indagini estese in tutto il mondo

Operazione anti-pedopornografia, 10 arresti e 112 indagati


Operazione anti-pedopornografia, 10 arresti e 112 indagati
08/03/2012, 11:03

FIRENZE - Una indagine partita da una segnalazione di Telefono Arcobaleno ha portato la Procura di Firenze, in collaborazione con Eurojust, ha portato a 10 arresti e 112 indagati, in tutto il mondo, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla diffusione di immagini pedopornofiche.
Per questo sono in corso o sono state fatte perquisizioni negli Usa (in particolare in Texas, California, Illinois, Washington, Missouri, Virginia e Ohio), in Belgio, in Francia e Portogallo, oltre che in Italia. Qui le perquisizioni sono state effettuate in Lombardia, Lazio, Veneto, Valle d’Aosta, Friuli, Toscana, Sicilia e Puglia. In particolare a Milano c'era il creatore dell'organizzazione, che usava un server in Texas. Lo scambio avveniva tramite un sito Internet a cui accedevano persone che firmavano un documento nel quale dichiaravano di sapere che si trattava di un sito con immagini sessuali di minori. Lo sfruttamento sessuale dei minori avveniva anche tramite i social network. Le indagini hanno permesso di accedere a banche dati con migliaia e migliaia di foto e centinaia di filmati dove le vittime non avevano mai più di 11 anni, ma che talvolta prevedevano anche la presenza di neonati.
Al sito avevano aderito oltre 700 persone ma i frequentatori erano diverse migliaia; e di ognuno di questi la Polizia Postale, con l'aiuto del Ncis statunitense e con l'autorizzazione dei giudici di San DIego (dove si trovava il server), ha rintracciato gli Ip di ogni singolo computer e quindi ha potuto identificare il ruolo di tutti coloro che agivano su questo sito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©