Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Operazione clan Gionta: 3 arresti, droga e due pistole sequestrate


Operazione clan Gionta: 3 arresti, droga e due pistole sequestrate
06/06/2011, 10:06

Gli agenti del commissariato di Polizia Torre Annunziata hanno arrestato un  26enne oplontino, il fratello di 23 anni e la suocera di quest’ultimo di 46 anni tutti con numerosi precedenti di polizia, il il 26enne inoltre è sottoposto alla misura della libertà vigilata, per i reati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, nonché il 23enne e la donna sono accusate di detenzione e porto abusivo arma da guerra e arma comune da sparo e relativo munizionamento.

I poliziotti in seguito ad accurate indagini sono intervenuti nel pomeriggio di ieri presso un garage di Corso Vittorio Emanuele III . All’interno gli agenti hanno rinvenuto è sequestrato un auto, una Seat Arosa, all’interno della stessa erano custoditi:

1) circa 3kg. di canapa indiana suddivisa in 4 buste sottovuoto

2) circa 400g. di cocaina

3) kg. 14,600 di Hashish

4) 3 bilancini di precisione


Attraverso la documentazione dell’autovettura, i poliziotti sono risaliti al 26enne.

Pertanto, i poliziotti, ritenendo che la droga ritrovata nell’auto fosse di sicura pertinenza del giovane affiliato clan GIONTA e ai suoi accoliti – essendo figlio primogenito del pluripregiudicato soprannominato “Alfredo limone“, Killer ergastolano, hanno attivato una serrata attività di ricerca.

Successivamente ad accurate perquisizioni al suo domicilio, ubicato all’interno del “Palazzo Fienga “, roccaforte del clan, i poliziotti lo bloccavano ed arrestavano.

Poco dopo si appostavano nei pressi del garage dove nel tardo pomeriggio giungevano a bordo di una moto Honda SH il 23enne insiema alla suocera che portava con se una grossa borsa in tela.

I due, una volta entrati nel garage, hanno tentato di aprire con le chiavi la portiera dell’’autovettura Seat Arosa. Prontamente venivano bloccati ed arrestati. All’interno della borsa i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato:

1) un pacco con all’interno 10 panetti di hashish per un peso di circa 5kg.

2) una busta di grandi dimensioni con chiusura ermetica contenente kg. 1,200 di Canapa Indiana;

3) Un bilancino di precisione

4) Tutto il materiale occorrente per la suddivisione dello stupefacente in dosi

5) un involucro avvolto da nastro adesivo contenente 2 caricatori per pistola calibro 9 bifilari, nonché scatola contenente 46 cartucce calibro 9x19;

6) una pistola marca beretta calibro 92FS parabellum 9x19 priva di caricatore;

7) un borsellino contenente 10 cartucce calibro 6,35;

8) una pistola calibro 6.35 Beretta con guanciale in legno munita di caricatore;

9) una scatola contenente piccole tavolette di hashish per peso di circa 50g.

L ’autovettura e la moto sono state sottoposte a sequestro. I tre sono stati arrestati e condotti rispettivamente i due fratelli al carcere di Poggioreale mentre la donna è stata accompagnata alla casa circondariale di Pozzuoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©