Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bilancio questa mattina alla Capitaneria di Porto di Napoli

Operazione “Octopus”, i numeri di Picone


.

Operazione “Octopus”, i numeri di Picone
12/01/2012, 15:01

NAPOLI – Verificare l’intera filiera della pesca marittima dalle fasi del prelevamento di tutte le specie ittiche, a quelle della distribuzione, commercializzazione e consumazione. E’ questo l’obiettivo dell’operazione “Octopus”, scattata durante il periodo natalizio e di fine anno su tutto il territorio nazionale messa in atto dalla Capitaneria di Porto. Parola d’ordine: contrastare e sanzionare, con il dovuto rigore, qualsiasi attività illecita a tutela degli ignari consumatori.
Alla Capitaneria di Porto di Napoli questa mattina è stato l’ammiraglio, Domenico Picone a tirare le somme di quanto fatto dai militari del capoluogo campano, a Salerno, a Torre del Greco ed a Castellammare di Stabia.
L’occasione è stata utile anche per fare un resoconto del 2011. Soddisfazione è stata espressa dall’ammiraglio per la vigilanza lungo la costa e nelle aree marine protette, per i soccorsi in mare effettuati. In totale sono state aiutate 556, 30 in condizioni limite. “E’ un ottimo risultato quello del 2011 – ha specificato Picone – soprattutto se si considera che nonostante i fondi operativi diminuiti abbiamo comunque mantenuto alta la guardia”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.