Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rispoli: "E' incredibile, ma il Comune dov'è?"

Operazione Porta Nolana, nel cuore del mercato degli stracci


.

Operazione Porta Nolana, nel cuore del mercato degli stracci
07/11/2013, 14:45

NAPOLI - Napoli Porta Nolana, conosciuta oggi come il mercato degli stracci e dei viandanti, dei barboni e degli ubriaconi, dove si vende di tutto tra gli extracomunitari che per 1 euro sono disposti a tutto. Il degrado divora l'intera piazza antistante una delle porte medioevali d'ingresso in città, sotto gli occhi dei napoletani costretti a convivere con il mercatino degli stracci. Nel bel mezzo della piazza due caditoie circolari chiuse da una lastra di vetro dalla quale dovrebbe essere possibile ammirare un'antica strada acciottolata che il Comune ha inteso preservare in questo modo. Ma il degrado divora la mente prima dei luoghi e di conseguenza una di queste caditoie è divenuta una discarica pubblica con miasmi insopportabili. E vista la cecità e sordità del comune di Napoli parte l'operazione Porta Nolana. Muniti di tute e mascherine, pale scope e bidoni, alcuni precari Bros al comando del presidente del Consiglio provinciale di Napoli Luigi Rispoli, in collaborazione con la Protezione Civile,  hanno ripulito le caditoie e l'intera piazza dalle risultanze di un improvvisato mercatino degli stracci. Oltre un metro di lattine, bottiglie di birra vuote, stracci vecchie scarpe risultanze alimentari in putrefazione, un grande lavoro che spetterebbe ad altri, ma che con grande senso civico viene compiuto e portato a termine. Piccoli grandi problemi che danno sempre più vivida l'idea della deriva nella quale naviga la città.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©