Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Operazione Transilvania", arrestati due uomini del clan Zagaria


.

'Operazione Transilvania', arrestati due uomini del clan Zagaria
12/04/2018, 13:31

Operazione “Transilvania”. È questo il nome dell’indagine che ha portato a scoprire il tesoro dei Casalesi in Romania.
Nella cittadina di Pitesti, poco più di 166 mila abitanti a Sud di Bucarest, la fazione Zagaria aveva costruito, lontano dagli inquirenti, un vero e proprio insediamento imprenditoriale. Qui aveva sede un'impresa di cui era titolare Nicola Inquieto, imprenditore aversano di 43 anni, destinatario di un mandato di arresto europeo chiesto dal pm Catello Maresca, dal pool anticamorra della Procura diretto dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli con il Procuratore Giovanni Melillo. È finito in manette anche il fratello di Inquieto, Giuseppe, di 38 anni. Per entrambi l'accusa è di associazione a delinquere di stampo mafioso. I due avrebbero anche favorito la lunga latitanza di Michele Zagaria.
Gli investigatori della Dia di Napoli diretta da Giuseppe Linares hanno sequestrato in Romania oltre 400 appartamenti, una società per azioni e imprese edili, centri benessere.
Le indagini, durate due anni, sono state svolte in stretta collaborazione con l'autorità giudiziaria e gli organi di polizia romeni, con il coordinamento di Eurojust, si sono avvalse delle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia, di intercettazione telefoniche, ambientali e telematiche e di analisi di documentazione bancaria e finanziaria

Commenta Stampa
di Fabiana Zollo
Riproduzione riservata ©