Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il broccolo e il pomodoro già brevettati

Ora le multinazionali stanno brevettando i cibi che mangiamo


Ora le multinazionali stanno brevettando i cibi che mangiamo
25/10/2011, 14:10

MONACO DI BAVIERA (GERMANIA) - Come dice il vecchio proverbio: se Maometto non va alla montagna, è la montagna che va da Maometto. Lo stanno applicando le multinazionali del settore alimentare: visto che i prodotti Ogm non vengono richiesti, in quanto troppo costosi, rispetto ad una riproduzione naturale delle piante, allora hanno deciso di brevettare direttamente le piante. E così sono andati a Monaco di Baviera e hanno cominciato a brevettare i prodotti di uso comune come il broccolo (EP - sta per European patent - 10698199) o il pomodoro (EP 1211926).
E' l'allarme che lancia Repubblica.it,. facendo presente la pericolosità di un simile comportamento: il rischio che il coltivare i pomodori o i broccoli nel proprio orticello, senza pagare le royalties dovute, sia considerato un reato equivalente al produrre CD o DVD falsi. Una prospettiva che porterebbe nella migliore delle ipotesi ad un aumento dei prezzi dei prodotti alimentari; nella peggiore a vere e proprie guerre per il cibo.
Tra l'altro la pratica è illegale, dato che confligge con l'articolo 53b della convenzione europea dei brevetti e con l'articolo 4 della direttiva europea sulla brevettabilità del vivente. Ma la cosa non sembra interessare l'ufficio brevetti europeo, che ha deciso di respingere i ricorsi contro la brevettabilità dei prodotti alimentari. E così domani si svolgerà una manifestazione di protesta davanti agli uffici di Monaco di Baviera, per protestare contro queste azioni che sono anche assurde, dal punto di vista logico: i prodotti animali e vegetali stanno lì da tempo immemorabile: con che diritto il singolo può brevettarli e lucrarci sopra? E' solo una gara a chi arriva prima? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©