Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Orario anche pomeridiano per la Ludoteca dell'Istituto Pascale


Orario anche pomeridiano per la Ludoteca dell'Istituto Pascale
04/05/2012, 17:05

Taglio del nastro per l’apertura pomeridiana della ludoteca Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) dell'Istituto “G. Pascale” di Napoli. Il prolungamento dell'orario è stato reso possibile grazie all’erogazione dell’annunciato finanziamento di 15mila euro messo a disposizione dalla Camera di Commercio di Napoli, nell'ambito delle iniziative per il Natale del programma 2011 'IlluminiAmo Napoli'.

Grazie al finanziamento dell'ente camerale partenopeo guidato dal presidente Maurizio Maddaloni, la Lilt potrà dunque tenere aperti i locali della ludoteca, struttura attiva ormai da tre anni e nella quale sono impegnati diversi operatori specializzati (due psicologhe e due vigilatrici d'infanzia,) fino alle ore 18,00.

“Quello della Camera di Commercio di Napoli e del suo presidente, che ringrazio davvero di cuore, è un gesto di solidarietà che in questo particolare momento di difficoltà economica che attanaglia un po’ tutti assume un significato importante”.

“Grazie a questa iniziativa – ha spiegato il professor Gallipoli – potremo tenere dunque aperta questa struttura anche di pomeriggio e affidare a personale specializzato i bambini di chi, per motivi sanitari, si reca presso i reparti o gli ambulatori del Pascale. Un gesto d’amore nei confronti della città che testimonia come la cultura della solidarietà sia un punto di riferimento centrale del suo tessuto produttivo”.

“Allungare i tempi di fruizione della ludoteca è l’obiettivo centrato grazie all’impegno dell’Istituto nazionale dei Tumori di Napoli e della Lilt – afferma il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni - e realizzato nell’ambito delle iniziative di solidarietà dell’ente camerale partenopeo in occasione del Natale 2011. Il nostro sistema imprenditoriale – sottolinea Maddaloni – non ragiona solo in termini di profitto ma si apre alla solidarietà, attraverso la partecipazioni a progetti di assistenza sociale e di miglioramento della qualità della vita per le persone più bisognose o per chi ha necessità di servizi specifici, come nel caso della Ludoteca realizzata all’interno dell’Istituto Tumori di Napoli”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©