Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"No comment" dell'Augusta Offshore

Ore d'ansia per i marinai rapiti in Nigeria


.

Ore d'ansia per i marinai rapiti in Nigeria
27/12/2012, 13:50

Si chiudono in un “No comment” i vertici dell’Augusta Offshore, la compagnia di navigazione napoletana proprietaria del rimorchiatore Asso 21, rapito in Nigeria. 
Nessuna dichiarazione per il momento, a quattro giorni dal sequestro dei marinai.
E’ la seconda volta che la compagnia partenopea si trova a confrontarsi con un caso del genere. Un anno e mezzo fa, era il marzo del2011, alargo delle coste libiche venne sequestrato l’Asso 22 rimorchiatore con a bordo otto italiani, due indiani ed un ucraino. La liberazione venne ufficializzata solo un mese dopo dalla Farnesina, con la promessa di non aver concesso alcun riscatto ai pirati.
Stavolta, a bordo dell’Asso 21, ci sono quattro persone, di cui tre italiani ed un ucraino.
Emiliano Astarita, 37 anni di Piano di Sorrento, è il comandante del rimorchiatore d’altura. Con lui ci sono anche Salvatore Mastellone, 39 anni di Sant’Agnello di Sorrento, e Giuseppe D’Alessio, 32enne di Pompei.
“Sono certo che lo Stato non li abbandonerà – ha detto, pronunciandosi sul caso, il presidente f.f. della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo -  . In queste ore la cosa più preziosa è il silenzio per consentire l’attivazione di canali di contatto con i rapitori. L’angoscia di familiari ed amici è quella di tutti noi, ma l’esperienza mi insegna che i nostri ‘servizi’ sono tra i migliori al mondo per questo genere di trattative ”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©