Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ORGANIZZAVANO GITE IN BARCA ABUSIVE, BLITZ DELLA GUARDIA COSTIERA


ORGANIZZAVANO GITE IN BARCA ABUSIVE, BLITZ DELLA GUARDIA COSTIERA
13/06/2008, 12:06

Pescatori, diportisti, ma anche dipendenti statali e professionisti. Si spacciavano per comandanti di unità da traffico passeggeri e trasportavano su imbarcazioni, più o meno sicure, quotidianamente decine di turisti che ignari si affidavano, per una visita alla costa, a personale abusivo ed inesperto. Un vero e proprio giro d´affari illecito, stroncato sul nascere dagli uomini della Capitaneria di Porto dell´ufficio locale marittimo di Scario, diretti dal maresciallo Carmelo Buccarella e comandati dal tenente di vascello Vittorio Giovannone. Sei in tutto le contravvenzioni elevate negli ultimi giorni, per un totale di oltre diecimila euro. Ogni verbale oscilla tra gli 800 e i mille euro. Una vera e propria stangata per gli abusivi del mare che con falsi titoli, e senza pagare nemmeno un centesimo di tasse, effettuavano gite in barche e visite alle grotte del golfo di Policastro senza alcuna autorizzazione ed il più delle volte senza alcuna conoscenza nemmeno delle più elementari norme della navigazione. Il tutto, naturalmente, senza che i turisti sospettassero di nulla. Eppure come hanno spiegato gli uomini della Guardia Costiera se sfortunatamente fosse accaduto qualcosa ai viaggiatori, durante una di queste visite, nessuna polizza assicurativa avrebbe coperto i danni a cose e persone poiché le barche utilizzate sono tuttora iscritte nei registri ufficiali come unità da diporto e non da traffico passeggeri. Infatti si tratta di imbarcazioni, anche piuttosto grandi, capaci di trasportare fino a 40 persone, ma assolutamente non autorizzate e con a bordo dotazioni di sicurezza poco confortevoli e con personale non abilitato alla navigazione.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

A che posizione il Napoli chiuderà il girone d'andata?