Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ORLANDI, CUNICOLI INFINITI NEI SOTTERRANEI ROMANI


ORLANDI, CUNICOLI INFINITI NEI SOTTERRANEI ROMANI
26/06/2008, 18:06

 

Si nasconde una vera e propria città sotto la palazzina di via Pignatelli, nel quartiere Monteverde a Roma, dove sarebbe stata tenuta prigioniera Emanuela Orlandi, la ragazza romana scomparsa 25 anni fa.

In un dedalo di scantinati, gallerie e cunicoli sotterranei, da oggi è in corso l'ispezione dei poliziotti della Squadra Mobile.
Gli agenti della Mobile e della scientifica hanno trovato "un camminamento sotterraneo che arriverebbe fino all'ospedale San Camillo". Questo elemento conferma le parole dell'ex compagna di Enrico De Pedis che, nelle sue dichiarazioni aveva indicato agli inquirenti la presenza di questi "ampi sotterranei".

Sempre secondo i poliziotti della questura di Roma questi scantinati negli anni avrebbero subito alcune modifiche, con alcune zone rese inaccessibili dalla costruzione di mura. Fra gli abitanti della zona c'è chi li ha utilizzati in passato come cantine.

Gli uomini dell'Ert, il nucleo specializzato in ricerca tracce della polizia scientifica, stanno utilizzando anche un georadar in via Pignatelli, per verificare se al di sotto del manto stradale siano presenti delle cavità. Gli agenti hanno effettuato delle verifiche anche in via Giovanni De Romanis, strada che fa angolo con via Pignatelli ed hanno utilizzato il macchinario anche nel giardino di una scuola materna che dista circa venti metri dalla palazzina.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©