Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ormoni ai bambini in cambio di soldi: 67 medici indagati

Coinvolta l'azienda farmaceutica Sandoz

Ormoni ai bambini in cambio di soldi: 67 medici indagati
18/10/2012, 11:04

Bambini vittime del sistema di corruzione, “anabolizzati” dai pediatri. Sessantasette medici di ospedali pubblici e privati, indagati dai carabinieri del Nas, insieme a dodici informatori scientifici della Sandoz, azienda specializzata nella produzione di farmaci ormonali per la crescita. L’accusa per i medici è quella di aver ricevuto denaro, viaggi e oggetti di valore dagli informatori scientifici, al fine di aumentare la vendita degli ormoni. La Sandoz ha immediatamente diffuso una nota stampa nella quale si legge: “Abbiamo appreso dalla stampa delle attività investigative avviate questa mattina dalle autorità inquirenti nei confronti di alcuni operatori sanitari. L’azienda non può escludere che tali attività siano riconducibili all’indagine avviata nel giugno 2011 dalla procura di Busto Arsizio. Sandoz ha sempre collaborato pienamente con le autorità inquirenti nell’ambito dell’indagine ed ha adottato le più severe misure disciplinari nei confronti dei dipendenti coinvolti. L’azienda ha inoltre avviato nuovi e ancora più stringenti controlli interni”.  I camici bianchi indagati provengono da tutta l’Italia: Regina Margherita di Torino, Santobono di Napoli, Niguarda e San Paolo di Milano, Gaslini di Genova, Gemelli, Umberto I e Tor Vergata di Roma. Dal Codacons arriva la condanna: “Chiediamo provvedimenti durissimi nei confronti dei medici colpevoli, i quali devono essere radiati a vita dall’albo, ma anche nei confronti dell’azienda farmaceutica Sandoz i cui farmaci, qualora sia accertata l’avvenuta corruzione dei medici, devono essere cancellati dalla Fascia A”. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©