Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il padre lo avrebbe chiuso nell’elettrodomestico per punirlo

Orrore in Francia: bimbo di 3 anni muore in lavatrice


Orrore in Francia: bimbo di 3 anni muore in lavatrice
28/11/2011, 18:11

Ci si interroga spesso su quale possa essere la linea giusta che un genitore debba seguire per l’educazione di un figlio: se più morbida o più severa ma purtroppo le cronache riportano ancora storie che nessuno mai vorrebbe raccontare e nemmeno ascoltare. E questa di Bastian è una di quelle. Il bimbo di 3 anni infatti è morto in lavatrice dove  era stato messo dal padre a scopo punitivo in quanto lui aveva buttato nel gabinetto il foglio di un suo compagno d’asilo. Questa agghiacciante vicenda arriva dalla Francia,  precisamente da Germigny-l'Evêque, e vede protagonista il 33enne Christophe Champenois che si è irritato col figlio per la bravata che aveva combinato ad un suo amichetto. Quello che più sorprende è che non solo l’uomo lo abbia infilato nell’elettrodomestico, e questo è già surreale di per sè, ma addirittura abbia azionato la macchina, con tutto lo sforzo che una persona ci voglia mettere riesce davvero difficile immaginare che lo abbia fatto per punirlo a meno che non abbia problemi mentali perché qualunque persona dotata di una minima intelligenza capisce bene che azionare una lavatrice con un essere al suo interno vuol dire procurargli la morte. Lo sbigottimento aumenta quando apprendiamo da Le Parisien che la sorellina di 5 anni ha dichiarato al marito di una loro vicina di casa, che non era la prima volta che il padre puniva in quel modo il fratellino ma addirittura una volta lo avrebbe chiuso circa 2 ore in lavatrice. I genitori avevano raccontato una storia diversa agli inquirenti affermando che il piccolo era caduto ma la sorellina aveva detto che "Bastian non si era più risvegliato dopo essere uscito dalla lavatrice" ed è stata ritenuta più attendibile.  Giusto per non farsi mancare niente Christophe quando ha  saputo che la figlia aveva raccontato quello che era successo voleva picchiarla ma la presenza del vicino non ha permesso che accadesse.
Christophe e Charléne sono stati arrestati, uno per omicidio, l'altra per omissione di soccorso, la piccola di 5 anni è rimasta sola e forse visti i metodi educativi genitoriali per lei potrebbe essere la salvezza.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©