Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lepore: "Impianto dell'inchiesta solidissimo"

P4, indagini sul generale Adinolfi alla Procura di Roma


P4, indagini sul generale Adinolfi alla Procura di Roma
11/08/2011, 19:08

NAPOLI - Gli atti dell'inchiesta della Procura di Napoli sulla P4 relativi all'ex capo di Stato maggiore della guardia di Finanza, il generale Michele Adinolfi dovranno essere inviati per competenza alla procura di Roma. Lo ha stabilito la procura Generale presso la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso presentato dal legale del generale, Enzo Musco. Per l'avvocato non solo è stata raggiunta "una vittoria importante", ma la Cassazione ha anche "riconosciuto che la procura di Napoli era incompetente". Secondo il legale inoltre " il fatto, anzi il presunto fatto contestato ad Adinolfi è stato commesso a Roma". Sulla questione è intervenuto il procuratore di Napoli, Giovan Domenico Lepore. "L'impianto dell'inchiesta, con particolare riferimento alla competenza, resta solidissimo - commenta Lepore -. La procura generale della Cassazione ha confermato la competenza della procura di Napoli a indagare per tutti i reati ipotizzati nell'inchiesta P4, con una sola eccezione: i reati di rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento personale a carico del capo di Stato Maggiore della Gdf, generale Michele Adinolfi"

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©