Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sfogo violento del presidente della comunità ebraica romana

Pacifici contro Priebke: "Funerali a Roma? Impensabili"


Pacifici contro Priebke: 'Funerali a Roma? Impensabili'
14/10/2013, 14:12

ROMA - A quanto pare i romani non hanno solo Ignazio Marino, come sindaco, ma anche Riccardo Pacifici, presidente della comunità ebraica romana. ALmeno a giudicare dalle sue dichiarazioni su Priebke: "I funerali a Roma sono impensabili proprio perché luogo della strage. E' come chiedere ai cittadini di Marzabotto il consenso a seppellire lì l'autore dell'eccidio. Non è giusto nemmeno che sia seppellito in Italia perché è una nazione nata sulle ceneri del fascismo. Che se ne torni in Germania e nel suo luogo di nascita, ovvero Berlino. Confidiamo nell'attività delle forze dell'ordine, della questura e prefettura che hanno vietato funerali pubblici che possano trasformarsi in una ghiotta occasione per i nostalgici, per i 'nipotini di Hitler' per fare un'adunata anche contro le leggi dello Stato, dove soprattutto immagino si creerebbero problemi di ordine pubblico. Nulla da dire, ovviamente, su quello che è l'aspetto dei funerali in forma strettamente privata". 
Ed infatti è in forma privata che verranno celebrati i funerali di Priebke. L'ha annunciato il suo legale, dato il clima di odio che si è scatenato nei confronti del cadavere inerme di un vecchio di 100 anni.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©