Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vittima dell'aggressione, una mediatrice culturale

Padova: 50enne strappa il velo ad una marocchina, "Sei una schiava"

La donna denunciata per ingiurie

Padova: 50enne strappa il velo ad una marocchina, 'Sei una schiava'
27/05/2011, 11:05

PADOVA - Ha avuto una brutta esperienza, Hind Tijabi, 22enne studentessa marocchina residente a Padova, dove oltre a studiare fa volontariato come intermediatrice culturale per la Cisl. Stava tornando a casa in bicicletta, dopo essere andata al cinema, vestita normalmente ed indossando lo hijab, il velo che copre la testa lasciando completamente scoperto il viso. Ad un certo punto ha incrociato una donna, che mostrava avere una cinquantina di anni che le ha gridato contro: "Schifosa, togliti quel coso. Che te ne fai con questo caldo?". La giovane si è fermata e ha cercato di parlarle con cortesia: "Signora, vorrei informarla che il velo è una mia scelta". Ma lei ha replicato: "Fai schifo. Sei solo una stupida schiava ignorante. Quelli come te dovrebbero prenderli a bastonate". E nel dire questo ha tentato di strapparle il velo. La giovane è riuscita a sottrarsi all'attacco e se ne è andata via, per evitare di dover reagire. poi ha chiamato il padre, Ahmed Talibi, responsabile della comunità islamica di via Anelli. Insieme hanno poi deciso di presentare denuncia contro la signora, ipotizzando per ora il reato di ingiurie. La Cisl ha annunciato che si presenterà Parte Civile a fianco della ragazza.
Resta il fatto che il comportamento della signora è meno strano di quello che sembri. Sono tante le persone in Italia che non concepiscono il fatto che il velo possa essere una scelta (magari sbagliata e fondata su convinzioni sbagliate, ma pur sempre una scelta). SI limitano a dire che sono tutte schiave, ignoranti... insomma, le parole usate dalla signora. Il tutto senza approfondire effettivamente la situazione e il pensiero di ciascuna di loro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©