Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una piramide eretta da una setta nel Parco Colli Euganei

Padova: abuso edilizio o edificio sacro ed intoccabile?


Padova: abuso edilizio o edificio sacro ed intoccabile?
12/08/2011, 09:08

VALNOGAREDO (PADOVA) - Ormai è una battaglia legale: da una parte il Comune di Valnogaredo, in provincia di Padova, deciso a fare demolire una costruzione abusiva, tirata su senza uno straccio di autorizzazione e per di più nel bel mezzo del Parco Colli Euganei a 400 metri di altitudine, circa; dall'altra un gruppo di persone, che sostengono che il manufatto in questione è un edificio sacro e per questo hanno fatto ricorso al Tar contro l'ordinanza di demolizione. In mezzo l'edificio in questione: una piramide a base quadrata, con il lato di 7 metri e l'altezza idem. La sacralità dell'edificio è spiegata sul sito (www.piramidediluce.net) di coloro che l'hanno costruita, che sostengono che questa piramide serve a coloro che "vogliono accelerare la propria evoluzione personale ed ancorare le prossime, imminenti modifiche planetarie conosciute come 'I Cambiamenti del periodo del 2012'" (il virgolettato è copiato dal loro sito). Infatti, le sue pareti di legno, foderate di granito, servirebbero a concentrare l'energia spirituale di cui ciascuno di noi ha bisogno. Per cui basta entrare nella piramide per imbeversi di questa energia. E sul sito viene specificato che è una pratica usata dagli antichi, come dimostra la Piramide di Cheope o i nuraghi sardi. Per questo hanno costruito questa piramide, prendendo in affitto un pezzo di terreno di un agriturismo (che ovviamente fa affari d'oro, dato che i visitatori poi devono mangiare qualcosa e magari dormire, se vengono da lontano). Ed ora intendono difenderla, anche se è stata costruita in maniera illegale. Intanto però la piramide frutta: dall'inizio dell'anno pare ci siano stati oltre 700 visitatori, ognuno dei quali ha pagato 10 euro per entrare nella piramide (più ne ha pagati almeno altri 10, come donazione, per l'associazione al movimento) e ha avuto l'opportunità di comprare gadget o libri nella baracca che sta al fianco della piramide stessa.
Come andrà a finire? Difficile dirlo, perchè la decisione è del Tar. Un edificio sacro solitamente gode di tutele anche nei confronti della legge, ma questa piramide lo è? Che nelle piramidi succeda qualcosa di strano è provato (anche se succede solo se sono di certe dimensioni e costruite secondo parametri particolari), tuttavia non c'è nulla che spieghi cosa avvenga e perchè.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©