Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Doppia inchiesta su commercio carni e telefonini.19 indagati

Padova, Gdf scopre maxi evasione fiscale


Padova, Gdf scopre maxi evasione fiscale
25/05/2012, 09:05

PADOVA – Scoperta dalla Guardia di Finanza di Padova una maxi evasione fiscale internazionale. Sono 19 le persone indagate: per l’accusa avrebbero costruito un giro di false fatturazioni con le quali era stata messa in pratica un'evasione di 200 milioni di euro e l'omesso versamento di iva per 35 milioni.
La frode era stata messa a punto da commercianti di telefonini e carni. Importatori italiani di cellulari, facevano formalmente acquistare ai titolari di società cartiere i dispositivi in Ungheria per creare un falso credito iva. La perfetta gestione delle transazioni finanziarie è stata possibile grazie alla costituzione di una vera e propria associazione a delinquere composta da 21 società riferite a 19 persone, quattro delle quali risultate evasori totali. Le ditte coinvolte sono situate in Italia e hanno ramificazioni in Spagna e Austria.
L’indagine è stata avviata alla fine del 2010 con il sequestro di centinaia di confezioni di carne avariata conservate all'interno di due celle frigorifere. Anche in questo caso, le fiamme gialle hanno accertato un vorticoso giro di fatture false che serviva a coprire la provenienza illegale della carne e l'evasione fiscale.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©