Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Situazioni critiche anche in Emilia-Romagna e Toscana

Paesi isolati al Centro-Sud a causa della neve, negozi vuoti



Paesi isolati al Centro-Sud a causa della neve, negozi vuoti
12/02/2012, 11:02

ROMA - La situazione meteorologica, sull’Italia, stretta dalla morsa del freddo polare e del  vento non è cambiata in queste ore. Le condizioni avverse continuano a interessare sia le regioni del Nord dello “stivale” che quelle del Centro – Sud. Le situazioni più critiche si registrano nelle regioni Emilia-Romagna, Marche e Toscana, dove le forti precipitazioni nevose non sembrano invertire la tendenza degli ultimi giorni. Sostanziale tregua per le nevicate in Campania, pur rimanendo una situazione preoccupante all'interno della Regione, e in Puglia, Basilicata e Sardegna. Diversa la situazione in Calabria, ancora nella morsa della neve e del gelo.
Ma vediamo nel dettaglio le principali regioni che stano affrontando l’emergenza:
VALLE D'AOSTA - Rimangono abbondantemente sotto lo zero le temperature in Valle d'Aosta (-25 gradi a Punta Helbronner, a 3.460 metri di altitudine). La giornata di oggi è stata tuttavia prevalentemente soleggiata. Anche domani il sole dovrebbe caratterizzare la situazione meteorologica, accompagnato dal gelo. Un rialzo termico è invece previsto lunedì.

PIEMONTE - Temperature molto rigide, con massima +0,1 a Torino, oggi in Piemonte, e deboli nevicate sparse soprattutto in montagna. Disagi per il gelo in due capoluoghi di provincia: a Vercelli la rottura di una tubatura ha allagato la centrale dell'azienda municipalizzata che eroga i servizi lasciando un migliaio di famiglie senza acqua luce e gas per quasi tutta la giornata. Domani ancora molto freddo e rischio valanghe a livello 3 (marcato) anche nelle zone prealpine.
TRENTINO ALTO ADIGE - E' l'avvio di leggere nevicate in quota e al confine con il Veneto, la novità meteo di oggi in Trentino Alto Adige. Su tutta la regione permane il freddo, con temperature sotto lo zero e punte di gelo polare in quota sino alla temperatura percepita di -45 sulla Marmolada a causa del vento.
 VENETO - Freddo e vento continuano a interessare la Regione. Una nave carica di 5.400 tonnellate di sabbia silicea e battente bandiera cambogiana è stata per un giorno in difficoltà a causa del maltempo mentre era all'ancora nella rada di Malamocco, a Venezia. Sul posto mezzi della capitaneria di porto e due rimorchiatori. EMILIA ROMAGNA - Resta pesante la situazione in Emilia Romagna, sferzata dalla tormenta di neve e gelo. Nel Bolognese, sospesa la circolazione ferroviaria tra il capoluogo regionale e Porretta, mentre la situazione delle strade di collina e montagna resta di allerta. Rinviate, per il maltempo, le sfide tra Bologna e Juventus e tra Parma e Fiorentina, in programma domani.
TOSCANA - Le zone più colpite dal maltempo sono quelle del grossetano, dell'aretino e dell'Alto Mugello. Manca acqua e telefono in alcune frazioni, nell'aretino 13 anziani di una casa di riposo sono rimasti all'addiaccio per la sospensione dell'erogazione di gas. L'allerta neve è stata prolungata fino alle 13 di domani. Si teme anche per il vento e il ghiaccio.
MARCHE - E' un bollettino di guerra quello che accompagna l'emergenza neve nelle Marche: 40-50 centimetri in città a Pesaro e Macerata, un paio di metri nell'Urbinate, cumuli fino a 3-4 metri in alcune località in provincia di Pesaro Urbino e a Fabriano. E le previsioni annunciano neve fino a domani. Negli ospedali di Pesaro e Fano i ricoveri programmati sono sospesi per far posto alle urgenze e perché mancano sacche di sangue. Chiusa l'A14 fra Rimini e Ancona per ripulire le carreggiate.
UMBRIA - Dopo la forte nevicata della scorsa notte e di questa mattina, nel pomeriggio sta nevicando solo sull'Appennino e sta lievemente ricominciando nella zona di Città di Castello.
ABRUZZO - Un 'fuori pista' ha provocato una slavina, nella stazione sciistica di Campo Felice. Soccorso dalla Finanza lo sciatore è stato denunciato. La neve è ripresa a cadere abbondante nel pomeriggio. "C'é il rischio di crollo per gli edifici storici e i monumenti danneggiati dal terremoto e non non puntellati". L'allarme è del vice commissario per i beni culturali, Luciano Marchetti.
CAMPANIA - Temporanea attenuazione del maltempo in queste ore in Campania, in attesa di nuove nevicate previste per domani sera. Restano forti i disagi nelle aree interne, soprattutto nel territorio del 'cratere' del terremoto del 1980 in Irpinia, dove la scorsa notte sono caduti due metri di neve. Ad Avellino è stata fatta sgomberare una palazzina, abitata da nove famiglie, per consentire verifiche alla stabilità dell'edificio.
PUGLIA - Su tutta la regione la situazione è in sensibile miglioramento. Oggi la neve, poca, è caduta solo nel Subappennino dauno. Un elicottero stamani ha portato viveri, medicinali e foraggio ad alcune masserie del foggiano che da giorni sono isolate a causa delle abbondanti nevicate.
BASILICATA - La tregua che la neve ha concesso oggi alla Basilicata - dove, su molte zone, è riapparso il sole - ha fatto migliorare la situazione di disagio determinata da una settimana di maltempo. Le strade sono tutte percorribili e sono state raggiunte quasi tutte le contrade bloccate dalla neve: delle circa mille persone irraggiungibili fino a ieri sera, 200 sono state raggiunte ma tutte sono state contattate dalla protezione civile.
CALABRIA - Non si allenta la morsa della neve e del gelo in Calabria dove le precipitazioni sono riprese nel pomeriggio sui rilievi della Sila e del Pollino che registrano temperature ancora rigide. Restano ancora disagi per la mancanza di corrente elettrica in alcune contrade montane di Acri dove sta nevicando.
SARDEGNA - Lieve tregua nelle precipitazioni nevose nelle ore centrali della giornata nelle zone a bassa quota, ma la Sardegna mantiene un insolito aspetto con alcune delle più note spiagge delle località del nord dell'isola, come La Pelosa, a Stintino, e quelle della Costa Smeralda, completamente imbiancate. Continuano i disagi per la circolazione stradale, mentre Croce Rossa e Ferrovie dello Stato hanno fatto scattare il piano neve.
Polizia di stato: Comunicati di Viabilità Italia
12 febbraio 2012 ore 8.00
Continua il monitoraggio di Viabilità Italia sulle problematiche alla circolazione stradale connesse alla eccezionale ondata di maltempo che si protrae dal 31 gennaio scorso.
 
La notte è trascorsa senza che si siano registrate situazioni critiche per la viabilità e la circolazione nella giornata odierna sarà agevolata dal divieto generale di transito dei mezzi pesanti con massa superiore ai 75 quintali dalle 8.00 alle 22.00, che si aggiunge alle interdizioni stabilite dai Prefetti di varie province dell'Italia centro-meridionale motivate dalle problematiche connesse al maltempo.
 
Si sono attenuate le precipitazioni in Emilia Romagna dove attualmente nevica senza nessuna turbativa alla circolazione. La situazione più critica si registra sull'E/45 nel tratto toscano fino al Passo del Verghereto dove la circolazione è consentita esclusivamente con pneumatici invernali o catene da neve montate. Nevica senza turbative sull'A/22 tra Carpi e Mantova e nel tratto veneto dell'A/4 Milano - Trieste
 
Sull'A/24 tra Castel Madama e Teramo e lungo tutta l' A/25 è stata interdetta per tutta la notte la circolazione dei mezzi pesanti e si protrarrà fino a cessate esigenze. Sempre in Abruzzo permangono le chiusure su alcuni tratti di strade statali - NSA 253, SS5, SS 696 mentre nelle Marche e in Umbria la SS73bis.
 
Sull'A/3 Salerno - Reggio Calabria sono in atto nevicate a tratti intense tra gli svincoli di Lagonegro e Frascineto: deviazioni in atto per tutti i mezzi pesanti e per i mezzi sprovvisti di catene in direzione nord presso lo svincolo di Falerna e in direzione sud presso lo svincolo di Lagonegro nord; analogamente uscita obbligatoria a Sibari in direzione nord con rientro ad Atena Lucana.
 
A Trieste la NSA 326 raccordo autostradale Lacotisce Rabuiese è chiuso per vento forte. In Veneto sta nevicando in provincia di Venezia sulla SS 12 dell'Abetone e del Brennero dal Km 245 al Km 258 e sulla SS 14 della Venezia Giulia dal Km 3 al 76, sulla SS 51 dell'Alemagna dal Km 0 al km 118, sulla SS 309 Romea da Km 55 al Km 126.
 
Nel teramano sulla SS80/Var la rampa in direzione Teramo è chiusa, mentre sulla SS 80 RAC le rampe di entrata e uscita sono ghiacciate. In Basilicata, la SS7 Appia nel potentino è chiusa per neve dal km 395+500 al km 404+500;
 
In Sicilia sono chiuse per neve:
la statale 117 da Mistretta a Nicosia dal Km 17+250 al Km 39+800
la statale 120 dell'Etna e delle Madonie dal Km 42 al Km 66 in località Scillato
 
la statale 289 di Cesarò dal Km15 al Km 49+500 in località Salsatello Volpe e Cesarò
 
la statale 643 dal Km 0 al Km 16
Nessuna turbativa in atto su Roma dove il Sindaco ha prorogato fino alle ore 24.00 di oggi 12 febbraio l'ordinanza che vieta all'interno del territorio di Roma Capitale, in concomitanza con le precipitazioni nevose, il transito agli autoveicoli sprovvisti di catene montate o pneumatici invernali, nonché ai ciclomotori e motoveicoli.
 
Il Compartimento Anas per il Lazio ha prorogato per l'autostrada del Grande Raccordo Anulare (G.R.A.), l'Autostrada Roma Aeroporto di Fiumicino e per le Strade Statali di sua competenza, sino alle ore 24.00 di oggi, ordinanza di:
 
· divieto di transito per tutti i veicoli sprovvisti di catene da neve a bordo o pneumatici invernali;
 
· divieto di transito, in caso di neve, per i veicoli sprovvisti di catene montate o pneumatici invernali;
 
· divieto di sorpasso, in caso di neve, ai mezzi superiori alle 7,5 t sul G.R.A. e sull'Autostrada Roma Fiumicino.
 

Avviso di condizioni meteorologiche avverse
Per la giornata di oggi il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni metereologiche avverse con cui si segnalano:
 
· nevicate fino alle quote del livello del mare su Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna, Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati moderati, localmente elevati su Romagna e Marche;
 
· neve a quote superiori a 300-500 metri su Campania, Basilicata e Calabria, in abbassamento fino a 200 metri sulla Campania, con quantitativi cumulati moderati, localmente elevati sulla Calabria e al di sopra di 700-900 metri sulla Sicilia, in calo sino a 500-600 metri, con quantitativi cumulati moderati.
 
· precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia. i fenomeni saranno accompagnati da raffiche di vento ed attività elettrica
 
Si continua a raccomandare agli automobilisti di evitare di mettersi in viaggio e, ove gli spostamenti fossero indifferibili, di equipaggiare i veicoli con catene da neve o pneumatici invernali, mantenersi costantemente informati sulle condizioni di strade ed autostrade, nonché porre la massima prudenza nella guida.
 
Circolazione ferroviaria
Tutte le linee principali della rete sono operative rispettando il piano di emergenza neve predisposto da ferrovie dello Stato Italiane per la giornata di oggi, in coerenza con le indicazioni di Protecione Civile. Informazioni di dettaglio sono disponibili sui siti web trenitalia.com, fsnews.it e chiamando il Numero Verde gratuito 800 89 20 21.
 
Informazioni
Notizie sempre sono disponibili attraverso i canali del C.C.I.S.S. (numero verde gratuito 1518, sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione gratuita iCCISS per iPHONE), le trasmissioni di Isoradio ed i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai; per l'autostrada A/3 "Salerno Reggio Calabria" è in funzione, per le informazioni sulla viabilità, il numero gratuito 800 290 092.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©