Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La decisione del tribunale di Islamabad

Pakistan, liberata su cauzione la bimba accusata di blasfemia


Pakistan, liberata su cauzione la bimba accusata di blasfemia
07/09/2012, 11:25

PAKISTAN – E’ stata liberata su cauzione Rimsha Masih, la bimba 14 enne affetta dalla sindrome di Down accusata di blasfemia. La richiesta è stata accettata dal tribunale di Islamabad.  La 14enne era sotto processo con l'accusa di aver dato alle fiamme alcune pagine del Corano, colpa che si è poi rivelata falsa.

Le indagini, infatti, hanno accertato l’innocenza della ragazzina. Sarebbe stato  il religioso che ha accusato Rimsha ad inserire pagine bruciate del Corano, dentro la borsa di plastica della 14enne cristiana. L'imam è stato arrestato a sorpresa all'inizio di settembre. Un testimone oculare, il suo vice Hafiz Muhammad Zubair, e due altre persone avevano raccontato al magistrato quanto realmente accaduto. Secondo quanto riferito da un investigatore, questi ultimi provarono anche a dissuadere l'imam dal suo intento.

ll fermo dell'imam, che è stato accusato egli stesso di blasfemia, è stato prolungato di 14 giorni: la sua prigione è la stessa in cui è stata rinchiusa la piccola Rimsha. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©