Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Entrambi cooperano con una ong tedesca

Pakistan: rapiti due volontari. Uno è italiano

A catturarli nell’ufficio diversi uomini armati

Pakistan: rapiti due volontari. Uno è italiano
19/01/2012, 20:01

ROMA - Due cittadini europei, di cui uno è italiano, sono stati sequestrati a Multan, nella provincia centro occidentale pachistana del Punjab. Inizialmente lo ha riferito una tv locale, ma poi è arrivata la conferma della Farnesina, che appena ottenuta la segnalazione, ha attivato tutti i canali utili per seguire da vicino la vicenda ed è al lavoro per far si che questa possa concludersi con un lieto fine. I due, uno italiano e l’altro tedesco, operano con una ong tedesca (Welt Hunger Hilfe ) che aiuta le popolazioni colpite dalle inondazioni nel sud della provincia, e a quanto pare sono stati portati via da uomini armati, che li hanno obbligati a vestire l’abito nazionale del Pakistan. L’italiano si chiama Giovanni Lo Porto (38 anni), il tedesco invece Bernd (45 anni) ed entrambi sarebbero stati catturati negli uffici-residenza della ong , presso la quale operano: presso la ong il cittadino italiano ha un ruolo di amministratore, mentre il collega tedesco è il direttore. I loro cellulari, informa l’intelligence pakistana (Isi), risultano spenti. Secondo una fonte della polizia, l’italiano era arrivato oggi a Multan e con il collega tedesco si erano recati a Kot Addu per verificare lo sviluppo di un progetto di sostegno agli alluvionati della zona finanziato dalla ong. Nell’agosto scorso a Lahore, capoluogo del Punjab, sono stati rapiti il cittadino americano, Warren Weinstein, e il pachistano Shahbaz Taseer, figlio del governatore del Punjab Salman Taseer, che secondo fonti concordanti sarebbero nelle mani dei talebani.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©