Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E si scopre che adesso gli "uomini d'onore" sono "angeli"

Palermo, arrestato l'architetto Liga, nuovo capomafia


Palermo, arrestato l'architetto Liga, nuovo capomafia
22/03/2010, 10:03

PALERMO - Blitz questa mattina dei finanzieri della Polizia valutaria, su disposizione della Procura di Palermo, per procedere all'arresto dell'architetto Giovanni Liga, 59 anni, accusato di essere il nuovo capomafia, in sostituzione dei fratelli Lo Piccolo, arrestati nel 2008. Liga gestiva sia il tesoro ancora non sequestrato ai Lo Piccolo che le attività mafiose, in particolare quelle relative all'estorsione.
Insieme a lui è stato arrestato anche Giovanni Angelo Mannino, 57 anni, cognato di Salvatore Inzerillo, uno dei mafiosi della vecchia guardia ucciso nel 1981, quando la guerra all'interno della mafia imperversava. Mannino era stato assolto nel 1992 nell'ambito del processo "Iron Tower" e da allora era diventato il proprietario del ristorante "Lo Sparviero". Ma secondo alcune intercettazioni, era un uomo d'onore della famiglia Torretta.
Nella stessa operazione sono stati arrestati anche Agostino Carollo, 45 anni, e Amedeo Sorvillo, 57, due imprenditori palermitani che avrebbero fatto da prestanome a Liga.
Ma la cosa che più ha colpito è stato il fatto che la mafia si sta "rifacendo il look", anche al suo interno. Era un pallino di Provenzano, che viene portato a termine da personaggi come l'architetto Liga e come i tanti colletti bianchi che collaborano con la mafia. Allora ecco che per esempio gli "uomini d'onore" diventano "angeli". Termine più dolce, ma che non cambia la sostanza delle cose.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©