Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In primo grado il senatore è stato assolto

Palermo: chiesti 6 anni di reclusione per Dell'Utri per calunnia


Palermo: chiesti 6 anni di reclusione per Dell'Utri per calunnia
11/11/2010, 15:11

PALERMO - 6 anni di reclusione: questa la condanna che il Procuratore generale di Palermo ha chiesto per il senatore del Pdl Marcello Dell'Utri, processato in Corte d'Appello per calunnia. L'accusa è di aver concordato con due falsi pentiti di mafia un piano per screditare tre veri pentiti. In primo grado il senatore è stato assolto in quanto secondo il Tribunale di Palermo, non era stato sufficientemente provato il rapporto tra Dell'Utri e i due falsi pentiti. Il processo d'Appello era stato sospeso perchè i legali avevano fatto ricorso in Cassazione per chiedere lo spostamento del processo a Caltanissetta per il "legittimo sospetto" (una delle norme ad personam fatte dal premier Silvio Berlusconi) sull'imparzialità dei giudici.
SI tratta del terzo processo che arriva in Corte d'Appello e che vede, direttamente o indirettamente, il proprietario di Pubblitalia '80 in rapporti con la mafia. Il primo è stato un processo con accusa di estorsione, in concorso con il boss Vincenzo Virga (è in Corte d'Appello dopo che la Cassazione ha annullato una prima sentenza di prescrizione); il secondo è la condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa della primavera 2010.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©