Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quattro persone sono state arrestate e una denunciata

Palermo: dallo sfottò su Facebook alla rissa in strada


Palermo: dallo sfottò su Facebook alla rissa in strada
25/03/2010, 15:03

PALERMO - Quando la stupidità e la violenza prendono il sopravvento, c'è il serio rischio di finire in galera, come dimostra quello che è successo a Palermo. Un minorenne mette su Facebook alcune foto e commenti sarcastici sul suo amico Salvatore Gebba, a proposito del fatto che gli era stata sequestrata la patente perchè era stato fermato dalla Polizia con dello stupefacente in auto. La cosa non è andata giù ai fratelli di Salvatore, Antonio, Giuseppe e Daniele, che sono andati a casa di questo ragazzo per sistemare le cose. Qui il minorenne stava insieme al fratello, Carlo John Somma, 19 anni, che ha reagito all'aggressione brandendo un coltello e sparando un colpo in aria con una pistola a salve.
Qualcuno ha chiamato la Polizia che ha arrestato i tre fratelli Gebba e Carlo Somma per rissa aggravata, porto illegale di arma e disturbo alla quiete pubblica; il fratello minore di Somma è stato denunciato al Tribunale dei Minorenni. Prima di essere portato in carcere, Antonio Gebba è stato ricoverato in ospedale perchè aveva subito una lieve ferita ed è stato giudicato guaribile in 7 giorni.
Convalidato l'arresto, sono stati tutti rilasciati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©