Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PALERMO, ESCE DA COMA E RICONOSCE AGGRESSORE


PALERMO, ESCE DA COMA E RICONOSCE AGGRESSORE
14/10/2008, 16:10

Si sveglia dal coma e riconosce l'aggressore. Il gip di Palermo Roberto Conti ha convalidato il fermo di Domenico Gargano, in carcere con l'accusa di avere cercato di uccidere lo zio. Questi, Antonino Tripoli, pensionato bagherese, era rimasto vittima di un agguato il 4 ottobre. A indicare agli inquirenti il nome di Gargano, 32 anni, è stata la stessa vittima che, risvegliatasi dal coma, ha raccontato i particolari dell'aggressione. Ancora oscuri i motivi del tentato omicidio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©