Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Perquisizioni della Polizia contro i centri sociali

Palermo: militante di Forza Nuova pestato e legato


Palermo: militante di Forza Nuova pestato e legato
21/02/2018, 10:03

PALERMO - Massimiliano Ursino, segretario provinciale di Palermo di Forza Nuova, è stato aggredito ieri da quattro persone, che l'hanno picchiato - anche con bastoni - e legato. Poco prima Forza Nuova aveva rilasciato una nota: "Si sta verificando un allarmante e unilaterale tentativo di alzare il livello dello scontro, a pochi giorni dall'arrivo in città di Roberto Fiore, che non può essere ignorato". 

L?aggressione è stata rivendicata anonimamente, con una dichiarazione inviata agli organi di stampa locali: "Chi afferma che esista una 'minaccia fascista', a Palermo come in tutta la Sicilia, dovrà ricredersi. Sul territorio palermitano esiste chi ripudia il fascismo e non ha timore di lottare per bloccarlo e schiacciarlo, a partire da questi protagonisti del forzanovismo, guerrieri a parole, violenti nelle immagini che evocano forse, ma incapaci di proteggere la propria incolumità e di conquistare qualsiasi forma di potere politico. Palermo è antifascista, nelle pratiche e nella quotidianità di chi la vive. A Palermo non c'è spazio per il fascismo".

La Digos, contrariamente a quello che avviene quando le aggressioni provendono dall'estrema destra, ha iniziato le indagini a spron battuto, puntando sui centri sociali come responsabili dell'aggressione. E quindi sono scattate perquisizioni nelle abitazioni di alcuni esponenti dei centri sociali e anche del "Malarazza", uno studentato occupato. Coloro che erano nel Malarazza sono stati denunciati per occupazione abusiva. 

Ursino è stato condannato varie volte. Nel 2005 insieme ad altre due persone aggredì a pugni e bastonate un nigeriano e un siciliano; nel 2006 rapinò - sempre con altri due complici - due senegalesi. Dopo la rapina, al primo gesto di reazione delle due vittime, lui e i due complici tirarono fuori delle spranghe e picchiarono selvaggiamente i due stranieri. In entrambi i casi, se l'è cavata con pene lievi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©