Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Gli affiliati non si sono presentati alle nozze per protesta

Palermo, nipote di un boss e figlio di un poliziotto si sposano. Uomini d’onore disertano le nozze


Palermo, nipote di un boss e figlio di un poliziotto si sposano. Uomini d’onore disertano le nozze
03/07/2013, 20:01

PALERMO – La nipote di un boss mafioso decide di convolare a giuste nozze con il figlio di un poliziotto. È l’incredibile storia accaduta a Palermo, emersa nell’ambito dell’operazione antimafia che nelle scorse ore ha portato all'arresto di 24 persone, tra cui il neo presunto reggente del mandamento di Porta nuova, Alessandro D'Ambrogio. A convolare a nozze pare esser stata la nipote del boss Antonino Ciresi ma gli invitati non hanno gradito la scelta dello sposo e – per protesta – hanno disertato la festa. Secondo gli inquirenti, a decidere di non presentarsi al matrimonio è stato lo stesso D'Ambrogio. Così buona parte degli invitati, vicini agli affiliati di Cosa nostra, hanno volutamente disertato il matrimonio su approvazione di Ciresi che dal carcere avrebbe fato sapere di avere approvato la protesta di D'Ambrogio.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©