Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La città sommersa da mesi, ma nessuno ne parla

Palermo: riprendono i roghi dei rifiuti


Palermo: riprendono i roghi dei rifiuti
10/11/2010, 09:11

PALERMO - Ancora una nottata di roghi di rifiuti a Palermo. Questa volta a causa della rottura di un impianto di tritovagliatura della discarica di Bellolampo, vicino al capoluogo siciliano, è stata interrotta la raccolta dei rifiuti. E nel giro di pochi giorni la città di Palermo si è riempita di pattume maleodorante (nel capoluogo siciliano la raccolta differenziata è quasi inesistente), cos ache ha scatenato le ire dei cittadini. Che nella notte hanno dato fuoco ai rifiuti, creando roghi estremamente pericolosi in vari luoghi della città. In particolare uno non lontano dall'ospedale "Vincenzo Cervello".
Non è la prima volta che succede questo: già dall'inizio dell'anno il capoluogo siciliano è nei guai con la spazzatura, prima con la società municipalizzata che si occupa della raccolta - l'AMIA - portata sull'orlo del fallimento dalla gestione dissennata e sprecona sotto l'amministrazione Cammarata; poi col mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti. La situazione era stata risolta grazie all'intervento della Regione e dello Stato, che avevano ricapitalizzato la società e le hanno consentito di andare avanti. Ma la situazione rimane in bilico: come si vede basta un piccolo incidente meccanico per azzerare la raccolta.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©