Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Attacchio contro la Regione e il Consiglio Comunale

Palermo: si dimette il sindaco Cammarata (a 2 mesi dalle elezioni)


Palermo: si dimette il sindaco Cammarata (a 2 mesi dalle elezioni)
16/01/2012, 15:01

PALERMO - Diego Cammarata ha deciso di lasciare il suo incarico di sindaco di Palermo. L'ha comunicato lui stesso in conferenza stampa, annunciando che nei prossimi giorni consegneràò formalmente la lettera nelle mani del segretario comunale. Non che cambi molto: le elezioni sono comunque previste a primavera, e il sindaco uscente ha terminato il suo secondo quinquennio.
Ma l'addio non è stato tranquillo. Nella conferenza stampa Cammarata ha attaccato duramente sia il Presidente della Regione, Lombardo, accusato di essere ostile al Comune e di non aver mai rispettato gli accordi; sia il Consiglio Comunale, perchè "tra le ragioni delle mie dimissioni c'è anche l'immobilismo del Consiglio comunale che da due anni è in mano al centrosinistra e ha prodotto solo gettoni di presenza per i consiglieri. Il Consiglio è stato vergognoso e l'atteggiamento sciagurato mi ha indignato".
Ha poi negato di avere un accordo per andare a lavorare come legale o come dirigente del gruppo Mediaset, dicendo che torna a fare semplicemente l'avvocato. SUl fatto che l'hanno accusato di aver sperperato soldi pubblici (ci sono diverse inchieste in corso che lo vedono indagato o imputatio), ha risposto: "Passo la mano con l'orgoglio di lasciare i conti in ordine e un bilancio strutturalmente sano. Ho chiesto alla ragioneria generale di predisporre un bilancio di fine mandato accompagnato da una relazione sullo stato delle nostre finanze e ciò a scanso di equivoci e per evitare che qualcuno parli, o meglio straparli, in maniera irresponsabile di comune di Palermo sull'orlo del dissesto o di grave situazione di indebitamento".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©