Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Palinuro, morti annegati i 4 sub nella grotta del Sangue


.

Palinuro, morti annegati i 4 sub nella grotta del Sangue
02/07/2012, 12:07

PALINURO (SALERNO) - Sono morti per annegamento i quattro subacquei scomparsi sabato nella Grotta del Sangue di Palinuro. A confermarlo gli esami esterni effettuati dal medico legale, il dottor Adamo Maiese, sui corpi dei quattro subacquei. Sulla morte di Andrea Petroni (romano), Susi Cavaccini (salernitana), Rizzo Douglas (romano, nato a Londra) e Analotis Telios (greco, residente a Reggio Calabria) indagano la capitaneria di porto e la procura della Repubblica di Vallo della Lucania, che coordina appunto le indagini. Non c'é stato bisogno dell'autopsia ma è stato infatti sufficiente l'esame esterno dei corpi per avere chiare le cause del decesso dei quattro sub. Una morte atroce resa ancora più drammatica dal disperato tentativo di risalita, testimoniato dalla rottura dei timpani, senza alcuna tappa di decompressione, quando ormai scarseggiava la scorta di ossigeno nelle bombole. Dagli interrogatori dei quattro sub superstiti della tragedia consumatasi nel ventre della Grotta del Sangue, è emerso che, per motivi tuttora da chiarire, il gruppo di otto persone immersosi nella grotta ha scelto di seguire un percorso "alternativo" a quello consueto. Chi e perché abbia preso questa decisione, è una circostanza al vaglio degli inquirenti. Una scelta che, visto come sono andate le cose, potrebbe essere stata fatale. Gli otto escursionisti, infatti, si sono ritrovati in uno stretto budello di roccia, al buio totale a causa del fango che si è sollevato copioso al loro passaggio con le pinne. In quattro, a tentoni, sono riusciti a tornare indietro mettendosi in salvo, mentre per gli altri quattro non c'é stato niente da fare: rimasti prigionieri nel cunicolo, hanno dovuto affrontare una fine atroce.
I sopravvissuti erano sotto choc al momento del soccorso. Subito dopo che è scattato l'allarme, sul porto turistico di Palinuro si sono registrati momenti di forte tensione, con un frenetico via vai di sommozzatori e imbarcazioni che hanno fatto la spola con la grotta. Intanto la comunità di palinuro si interroga, senza darsi risposte convincenti. "La Grotta del Sangue è una delle grotte più battute e meno pericolose - spiega il sindaco di Centola-Palinuro Carmelo Stanziola -. Fatalità, errore di sottovalutazione? Non lo sappiamo, certo è che questa sciagura ci ha sconvolti". "Siamo pronti a sostenere in ogni modo le famiglie dei quattro sub - ha concluso Stanziola - e ospiteremo i parenti delle vittime a nostre spese".

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©