Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Recuperati dalla Guardia Costiera

Palinuro, salvata famiglia di turisti napoletani


Palinuro, salvata famiglia di turisti napoletani
08/08/2009, 16:08


E’ finita bene, per una famiglia di turisti napoletani, un’uscita in barca che poteva trasformarsi in tragedia.  D’improvviso, il gommone di quattro metri e mezzo si è fermato a largo di Capo Palinuro, nei pressi della baia del Buon Dormire ed ha incominciato ad imbarcare acqua.  I cinque occupanti, fra cui tre bambini, presi dal panico hanno allertano la Guardia Costiera. E’ accaduto ieri mattina a circa un miglio dal porto di Palinuro.  Vittima del naufragio, un gommone datato 1998. Sembra una delle tante uscite in mare, e invece, ad un certo punto, quando il gommone sta per rientrare in porto, iniziano i problemi.  Sono le 13 quando il capo famiglia, con il cellulare, ha chiamato il numero blu della Guardia Costiera.  Ha risposto la centrale operativa di Roma che ha quindi «rimandato» la richiesta di soccorso alla centrale della Capitaneria di Palinuro.  Poi, dall’imbarcazione, più nessuna risposta. Scattano i soccorsi, personalmente diretti dal tenente di vascello Vittorio Giovannone.  Sono momenti di panico. L’imbarcazione imbarca sempre più acqua.  I passeggeri indossano i giubbotti di salvataggio e si preparano al peggio. Ma fortunatamente in tempi record arriva sul posto il gommone della Guardia Costiera di stanza a Palinuro.  Gli occupanti vengono tranquillizzati ed uno alla volta vengono messi al sicuro sul gommone.  Poi il trasporto presso il porto palinurese. Dopo è stato recuperato e tirato a secco il gommone che stava per andare a picco. Ancora da verificare le cause dell’incidente che sembrerebbe dovuto a un problema al motore e alle prese a mare.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©