Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stata trasportata all'acquario di Napoli

Palinuro, tartaruga salvata dalla Guardia Costiera


Palinuro, tartaruga salvata dalla Guardia Costiera
07/03/2009, 12:03


Per una volta l’intervento di salvataggio in mare non ha riguardato sfortunati diportisti, ma una grossa tartaruga rimasta agganciata a dei grossi ami abbandonati da alcuni pescatori privi di scrupoli. Si tratta di una grossa tartaruga dal peso di oltre 50 chilogrammi, destinata a morire se il comandante Vittorio Giovannone del Circondario Marittimo di Palinuro non l’avesse vista e tratta in salvo. La tartaruga, quasi arenatasi sulla spiaggia delle Saline a Palinuro, è stata rapidamente liberata dagli ami e poi trasportata a riva in attesa dei vigili del fuoco del reparto subacquei di Salerno che l’hanno trasportata dell’acquario di Napoli. Per evitare un ulteriore stress alla tartaruga, la gente è stata subito allontanata. Tantissimi i curiosi che hanno cercato di fotografare l’animale. Quando i militari l’hanno trovata in mare su segnalazione di alcuni residenti, la scena che si è presentata ai loro occhi non è stata certamente una di quelle che si vedono nei film di Walt Disney, ma al contrario è apparsa orribile: la tartaruga, immobile, era rimasta agganciata a degli ami arrugginiti e mostrava evidenti difficoltá a riprendere il largo. Robusta e inattaccabile, praticamente priva di nemici naturali, a parte gli squali di grandi dimensioni, la tartaruga marina ha oggi un unico terribile avversario: l’uomo.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©