Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Donnarumma e De Laurentiis: Attuiamo ricambio generazionale

Palma Campania, congresso Azione Giovani – Giovane Italia


Palma Campania, congresso Azione Giovani – Giovane Italia
15/11/2010, 16:11

Nello Donnarumma lascia la presidenza della Giovane Italia di Palma Campania. Dopo oltre quattro anni, nei quali il giovane esponente della destra locale ha lodevolmente operato facendo crescere in maniera sensibile un gruppo, grazie a lui, sempre più compatto, lascia l’incarico a colui che sarà eletto dal congresso che si terrà il 21 novembre presso il teatro comunale di Palma Campania. Chiunque succederà al presidente uscente, una pagina importante della seppure breve storia del movimento giovanile palmese, potrà dirsi definitivamente chiusa. «Con questo passaggio di consegne – spiega Donnarumma – spero si possa attuare quel ricambio generazionale indispensabile, affinchè il percorso del movimento, non subisca nessun tipo di rallentamento. In questi anni abbiamo ottenuto risultati lusinghieri, ben oltre le più rosee aspettative. Sono fiducioso nel fatto che questo gruppo, pur con una diversa guida, saprà continuare sulla strada fin qui tracciata. Una strada – consentitemelo – lastricata di conquiste impensabili, se consideriamo l’età media complessiva e l’assoluta inesperienza di ognuno in un campo così delicato come quello della politica». Ma c’è un altro fiore, che Donnarumma può apporre al suo occhiello, ossia la conquista dell’assoluta autonomia del gruppo giovanile rispetto al partito in primis, ma anche al teatrino politico in generale: «Il mio scopo – conferma il presidente uscente – è sempre stato quello di fare politica tenendo come stella polare determinati valori ed idee che abbiamo sempre anteposto ai tanti, troppi simboli di cui oggi è schiava la politica, soprattutto in considerazione del fatto che, dietro quei simboli, spesso e volentieri si sono celati i più miseri interessi personali, con buona pace delle reali esigenze del territorio». Ovviamente non si tratta di una reale uscita di scena, Nello Donnarumma sarà sempre parte integrante del movimento, contribuendo, da dirigente provinciale, alla continuità dell’opera fin qui svolta, rappresentando, di sicuro, un valido sostegno per chiunque prenderà il suo posto e per tutto il territorio vesuviano. Il suo lavoro infatti, si sposta ora in una dimensione diversa, molto più impegnativa, ma non per questo, meno stimolante, entrando a pieno titolo, tra gli esponenti politici in procinto di avvicendare l’attuale classe dirigente. Esaustive, in tal senso, le parole del dirigente nazionale della Giovane Italia Ulderico De Laurentiis: «Il lavoro di Nello Donnarumma in questi quattro anni è sotto gli occhi di tutti. Palma Campania è tra le realtà giovanili più in vista del nostro territorio, viste le continue e trionfali attività intraprese durante la sua presidenza. Il modello palmese, è ora tra i più imitati anche a livello nazionale. La militanza, l’autonomia, il rispetto dei valori fondanti del movimento e la totale abnegazione alla causa, fanno del gruppo guidato da Donnarumma, un riferimento per tutti i circoli desiderosi di incarnare i valori di Azione Giovani e della Giovane Italia. Il fatto stesso, che un momento fondamentale della vita del gruppo, come il congresso, dimostra che alla base dell’organizzazione del nostro movimento esiste un confronto di idee e di proposte che, in nessun altra sede, e in nessun altro modo, potrebbe trovare migliore espressione». Alla nuova generazione il difficile compito di non disperdere lì importante patrimonio lasciato da Nello Donnarumma.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©