Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il corteo

Paolucci (Pd): "Giusta la protesta dei taxi"

Parla il membro della commissione Trasporti

Massimo Paolucci appoggia la protesta dei taxi
Massimo Paolucci appoggia la protesta dei taxi
01/10/2013, 18:01

NAPOLI. Stamattina a Napoli si è svolta la protesta dei tassisti contro il caro assicurazioni, l'abusivismo e la viabilità. Il corteo è partito stamattina da Piazza Mancini ed è arrivato fino al palazzo della Prefettura, in Piazza Plebiscito, passandro per il corso Umberto e il centro storico. Il deputato Pd membro della commissione trasporti Massimo Paolucci ha affermato: "Esprimo piena solidarietà e sostegno alla giusta protesta dei tassisti napoletani. I conducenti di taxi, come tutti i napoletani, sono vittime quotidiane dell'incapacità della giunta guidata da Luigi de Magistris". Sulla questione viabilità il deputato ha continuato: "Provvedimenti improvvisati, come quello relativo a piazza Garibaldi, si sommano ad una gestione inconcludente delle zone a traffico limitato. Senza un contestuale forte potenziamento del trasporto pubblico - aggiunge - le zone a traffico limitato sono difficilmente gestibili e sostenibili, e si trasformano in un clamoroso boomerang per quanti (giustamente) sostengono da anni misure razionali di limitazione del traffico veicolare privato". Il discorso di Paolucci si allarga ad ampio raggio e racchiude non solo lo sciopero odierno dei tassisti, ma anche quello della piaga dell'abusivismo. In merito: "Considero profondamente sbagliato continuare a non considerare i taxi come un segmento importante del trasporto pubblico locale: le corsie preferenziali sono divenute ormai una farsa, gli abusivi continuano a scorrazzare liberamente in città". Non manca la stoccata al governo: "Anche il governo nazionale deve fare di più sul "caro assicurazioni" per i tassisti e per tutti gli automobilisti onesti della nostra città. Le tariffe che siamo costretti a pagare - continua Paolucci - sono a dir poco scandalose. Il governo deve urgentemente assumere una forte iniziativa per giungere finalmente ad una "tariffa standard" uguale in tutto il territorio nazionale. I conducenti di taxi non possono essere sottoposti a tariffe uguali a quelle dei privati cittadini". Paolucci fa riferimento al fatto che i tassisti di Napoli non hanno alcuna agevolazione e pagano il triplo rispetto ai colleghi del centro nord.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©