Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La società (16 miliardi di fatturato) avanza 22 mila euro

Papà non paga la mensa? Il figlio a scuola si porta il cibo da casa


Papà non paga la mensa? Il figlio a scuola si porta il cibo da casa
25/09/2012, 09:26

CAVENAGO DI BRIANZA (MONZA E BRIANZA) - Ancora una volta, si ripete un triste leit-motiv: a fronte dell'inadempienza dei genitori nel pagare la mensa scolastica ai figli, a pagare sono i bambini. Succede a Cavenago di Brianza, dove l'azienda che provvede alla mensa scolastica (la francese Sodexo, 16 miliardi di fatturato) avanza 22 mila euro di credito nei confronti della amministrazione comunale, a causa di parecchi genitori che non pagano il supplemento mensa: 4 euro e 20 per il primo figlio, 4,10 per il secondo, 3,69 per il terzo. Ma i genitori inadempienti sono tanti, circa il 20% del totale. E quindi hanno deciso di dare ai bambini i cui genitori non pagano, solo un panino vuoto e un succo di frutta.
L'amministrazione comunale di centrosinistra dichiara la propria disponibilità a venire incontro alle famiglie in difficoltà; ma ilmassimo che ha saputo offrire è stata la possibilità per i genitori di venirsi a prendere i figli tra le 13 e le 14.30 per far mangiare i figli a casa; oppure mettere a disposizione dei bambini che hanno solo il panino una stanza dove consumare il loro frugalissimo pasto. Due soluzioni che inevitabilmente dividerà le classi in alunni di serie A e di serie B. Ma soprattutto, quella della stanza a parte, è una soluzione che sa di ghettizzazione. 
Tuttavia una notazione c'è da fare: siamo in una delle zone - la Brianza - considerate più produttive del Paese. Se in una zona del genere il 20% della popolazione non è in grado di pagare 150 euro al mese per la mensa del proprio figlio, cosa succede nelle zone meno tutelate economicamente? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©