Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bergoglio partecipa all'assemblea delle opere missionarie

Papa Francesco: "La vita della Chiesa è missione"

Ai preti: "Abbiamo ricevuto la fede per diffonderla ovunque"

Papa Francesco: 'La vita della Chiesa  è missione'
17/05/2013, 17:03

CITTA' del VATICANO -  La diffusione dello "spirito missionario" è stata al centro del discorso che Papa Francesco ha rivolto oggi ai partecipanti all'assemblea generale delle Pontificie opere missionarie.

Secondo Bergoglio, le Pontificie opere missionarie, come tutti i cristiani, hanno "il dovere" di portare il Vangelo a coloro che non lo conoscono, perché "la vita della Chiesa e delle Chiese è missione" e debbono continuare a promuovere "lo spirito missionario universale", come servizio alla comunione tra le Chiese, con una "attenzione particolare alle giovani Chiese, che non di rado operano in un clima di difficoltà, di discriminazione e di persecuzione, perché siano sostenute ed aiutate nel testimoniare con la parola e con le opere il Vangelo.

Le missioni, nelle parola del Papa, "sono pienamente attuali, anzi necessarie ancora oggi, perché ci sono tanti popoli che non hanno ancora conosciuto e incontrato Cristo, ed è urgente trovare nuove forme e nuove vie perché la grazia di Dio possa toccare il cuore di ogni uomo e di ogni donna e portarli a Lui. Noi tutti ne siamo semplici, ma importanti strumenti; abbiamo ricevuto il dono della fede non per tenerla nascosta, ma per diffonderla, perché possa   illuminare il cammino di tanti fratelli e sorelle".

Ai direttori nazionali, in particolare, il Papa ha ripetuto "l'invito che Paolo VI vi rivolse, quasi cinquant'anni fa, di custodire gelosamente il respiro universale delle Opere Missionarie". "Non stancatevi di educare ogni cristiano, fin dall'infanzia, ad uno spirito veramente universale e missionario, e di sensibilizzare l'intera comunità a sostenere e ad aiutare le missioni secondo la necessità di ciascuna). Fate in modo che le Pontificie Opere Missionarie continuino, nel solco della loro secolare tradizione, ad animare e formare le Chiese aprendole ad una dimensione ampia della missione evangelizzatrice".

Il Papa, infine, ha rivolto ai presenti il suo incoraggiamento "a continuare il vostro impegno affinché le Chiese locali sempre più generosamente assumano la loro parte di responsabilità nella missione universale della Chiesa. Prendendo spunto dalle parole di Paolo VI, Bergoglio esorta i cristiani a mettere in pratica la buona novella: «Possa il mondo del nostro tempo, che cerca ora nell'angoscia, ora nella speranza, ricevere la Buona Novella non da evangelizzatori tristi e scoraggiati, impazienti e ansiosi, ma da ministri del Vangelo, la cui vita irradi fervore, che abbiano per primi ricevuto in loro la gioia del Cristo, e accettino di mettere in gioco la propria vita affinché il Regno sia annunziato e la Chiesa sia impiantata nel cuore del mondo» 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©