Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Ministero non è solo per noi stessi, ma per la Chiesa

Papa, nuovi cardinali: invito a unità e obbedienza


Papa, nuovi cardinali: invito a unità e obbedienza
21/11/2010, 11:11

Alle 9.30 di oggi, nella Basilica Vaticana di San Pietro, il Santo Padre Benedetto XVI presiede la concelebrazione eucaristica con i nuovi 24 Cardinali creati nel Concistoro di ieri e consegna loro l’Anello cardinalizio, "segno di dignità, di sollecitudine pastorale e di più salda comunione con la Sede di Pietro". Tra i nuovi porporati, 10 sono italiani. Poi ci sono due tedeschi, uno svizzero, un polacco e uno spagnolo. Quattro le nuove porpore del continente americano, quattro da quello africano, una dall'Asia. Nel corso della Cappella Papale, dopo la proclamazione del Santo Vangelo, il Santo Padre Benedetto XVI terrà la sua omelia, iniziata con un saluto rivolto ai cardinali: “Ecco allora, cari Fratelli, emergere chiaramente il primo e fondamentale messaggio che la Parola di Dio oggi dice a noi: a me, Successore di Pietro, e a voi, Cardinali. Ci chiama a stare con Gesù, come Maria, e non chiedergli di scendere dalla croce, ma rimanere lì con Lui. E questo, a motivo del nostro ministero, dobbiamo farlo non solo per noi stessi, ma per tutta la Chiesa, per tutto il popolo di Dio.”. Giornata di gioia quindi per i nuovi cardinali, infatti il papa nella sua omelia continua: “ecco qual è la nostra gioia: quella di partecipare, nella Chiesa, alla pienezza di Cristo attraverso l’obbedienza della Croce, di "partecipare alla sorte dei santi nella luce", di essere stati "trasferiti" nel regno del Figlio di Dio (cfr Col 1,12-13). “. infine esorta in nuovi cardinali a non arrendersi nonostante le prove che ogni giorno subiscono: “Per questo noi viviamo in perenne rendimento di grazie, e anche attraverso le prove non vengono meno la gioia e la pace che Cristo ci ha lasciato, quale caparra del suo Regno, che è già in mezzo a noi, che attendiamo con fede e speranza, e pregustiamo nella carità.”

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©

Correlati