Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: "Stiamo organizzando un nuovo corteo"

Parcheggi interrati al Vomero: partono i licenziamenti


Parcheggi interrati al Vomero: partono i licenziamenti
20/05/2010, 10:05


NAPOLI - Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che sabato scorso è sceso in piazza con altre associazioni per protestare contro l’apertura al Vomero dei cantieri per la realizzazione di parcheggi privati interrati, già operanti in piazza Muzii e in via Andrea da Salerno, continua la battaglia ed annuncia un nuovo sit-in di protesta. “Purtroppo – afferma Capodanno - le prime vittime di un distorto uso del territorio, con cantieri che creano disagi e preoccupazione ai residenti ed irreversibili danni alle attività commerciali, sono i lavoratori di due aziende che operano in piazza Muzii, costrette ad annunciare dalla sera alla mattina la necessità di licenziare dieci dipendenti in tutto. E siamo solo agli inizi, purtroppo. Anche i commercianti che operano in via Andrea da Salerno, dove si trova l’altro cantiere, lamentano forti perdite, come hanno confermato nel corso del corteo tenutosi sabato scorso". “Ribadiamo – continua Capodanno - ancora una volta le nostre richieste, con la sospensione immediata della creazione di nuovi cantieri al Vomero in relazione ai parcheggi privati, anche rispetto ad altre aree già individuate o da individuare da parte del commissariato per l’emergenza traffico, la costituzione immediata di un tavolo di confronto permanente con la partecipazione di rappresentanze di residenti e commercianti per i due cantieri già operanti, per la valutazione delle iniziative da intraprendere per eliminare disagi e perdite di posti di lavoro, la cantierizzazione dei lavori per il parcheggio d’interscambio “Cilea”, sotto i viadotti della Tangenziale e di quelli per il nodo d’interscambio tra la metropolitana collinare e la circumflegrea, previsto in via Fracanzano e che dovevano partire già nel mese di settembre dell’anno scorso, al fine di migliorare il sistema intermodale di trasporto su ferro". Capodanno annuncia che nei prossimi gironi, con le altre associazioni e comitati, verrà decisa la data per un prossimo sit-in di protesta, laddove le richieste già formulate non venissero accolte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©