Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Street control: il vigile abbandona penna e carta

Parcheggio fuori posto? Il comune ti fotografa


Parcheggio fuori posto? Il comune ti fotografa
28/06/2010, 21:06

Auto in doppia fila? Milano sperimenta un nuovo sistema. Si tratta di “tele-multe”, l’ingegno per combattere la sosta selvaggia: un dispositivo che potrebbe allargarsi in tutta Italia. Il capoluogo lombardo sta facendo da modello, con il suo 'Street control' per gli altri capoluoghi di provincia e per le città dell'hinterland milanese. Un’iniziativa voluta dal vice sindaco De Corato vista bene dall’assessore alla Sicurezza e Protezione civile della Lombardia, Romano La Russa, che intende estenderlo da subito in tutta la Lombardia.
"Il problema del traffico - ha aggiunto La Russa - è ormai una questione urgente e da risolvere con soluzioni efficaci e condivise. Non solo a Milano, ma in numerose città dell'hinterland, congestionate dal passaggio di automobili che quotidianamente, sia in entrata che in uscita, fanno tappa nella metropoli". Senza dimenticare le "principali realtà della regione, da Brescia a Bergamo, da Como a Varese, da Monza a Pavia, dove le file e lo smog spesso rendono la vita difficile ai cittadini".
Le prime vittime dello «Street Control», sono circa una ventina.  Il sistema delle multe «a strascico» permette di effettuare una foto alla targa ed una all'abitacolo che accerti l'assenza di conducente o passeggeri. E dopo i clic, la multa arriva per posta a casa. Arrivano le repliche da parte del Codacons: i parcheggi non ci sono, e le auto che circolano in centro sono troppe, si costringe quasi i cittadini a parcheggiare in doppia fila.  La contestazione principale è da parte del Codacons rivolta ai camion che devono scaricare merci: “Ci sono pochissimi posti auto riservati per il carico o lo scarico delle merci. È evidente che chi deve rifornire un negozio e deve scaricare merce pesante non può fare chilometri a piedi con la merce sulle spalle. Da qui la doppia fila. Perché non mettere più posti riservati allo scarico delle merci almeno nelle strade piene di negozi?”.
Per il momento le auto multate troveranno un bigliettino di avviso, da settembre, finita la sperimentazione si passerà al solo sistema “sorpresa”: la sanzione giungerà direttamente al proprio domicilio.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©