Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La navigazione sarebbe avvenuta col telefonino del Comune

Parma: Assessore Pdl accusato di avere speso 90mila euro per visitare siti porno


Parma: Assessore Pdl accusato di avere speso 90mila euro per visitare siti porno
24/02/2010, 16:02

PARMA - Il Pubblico Ministero della Procura di Parma Roberta Licci ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex Assessore alle Politiche per la scuola, Giampaolo Lavagetto, per peculato. Secondo l'accusa avrebbe usato il telefonino ricevuto dal Comune per navigare su Internet, con preferenza per siti porno, talora a pagamento. Questo ha fatto sì che l'amministrazione comunale ricevesse una bolletta pari a 91.381 euro, per lo più di connessioni internet. L'amministrazione comunale poi ha transato con la Telecom, per ottenere una diversa fatturazione, molto più economica, e quindi dovrà pagare solo 408,93 euro; ma il reato di peculato rimane.
Secondo gli esami tecnici, Lavagetto si sarebbe connesso ad Internet quasi 110 mila volte tra l'ottobre 2008 e il gennaio 2009, cioè oltre 1000 volte al giorno.
Come sempre, in questi casi, si è parlato di giustizia ad orologeria, dato che la richiesta di rinvio a giudizio è stata presentata ad un mese dalle elezioni, con Lavagetto che si è presentato alle elezioni regionali in Emilia Romagna, ovviamente nelle file del Pdl. Ma a questo risponde lo stesso PM Licci: "Immagino già l'obiezione sui tempi della richiesta di rinvio a giudizio, ma purtroppo ci sono stati inconvenienti tecnici e burocratici che ne hanno fatto slittare il deposito".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©