Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Basso il risarcimento, meno di un terzo della richiesta

Parma: pene basse per i vigili urbani che pestarono il ghanese Bonsu


Parma: pene basse per i vigili urbani che pestarono il ghanese Bonsu
04/10/2011, 09:10

PARMA - Alla fine è stata una condanna abbastanza lieve, quella inflitta dal Tribunale di Parma ai vigili urbani che nel 2008 arrestarono e picchiarono con estrema violenza il ghanese Immanuel Bonsu, solo perchè era di colore, al punto da danneggiargli irreparabilmente l'occhio sinistro.
La condanna più grave è stata per il Commissario Capo Pasquale Fratantuono, colpevole di tutti i reati: abuso di potere, lesioni gravi volontarie, sequestro di persona, falso in atto pubblico e così via. La pena stabilita è stata di 7 anni e 9 mesi, ben lontana dai 9 anni e 3 mesi chiesti dal Pm. Inoltre è stato condannato all'interdizione perpetua dai pubblici uffici. 
Condanna anche per l'ex vicecomandante dei Vigili, Simona Fabbri, a 7 anni e 3 mesi, con interdizione perpetua dai pubblici uffici. Mirko Cremonini è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione, Stefania Spotti a 6 anni e 8 mesi, Andrea Sinisi a 4 anni e 9 mesi, Giorgio Albertini a 4 anni e 7 mesi, Marco De Biasi a 3 anni e 4 mesi.  Tutte queste persone hanno anche avuto la sanzione aggiuntiva dell'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.
La pena più bassa è stata per Graziano Cicinato, colpevole solo del sequestro di persona, dato che faceva parte del personale che tenne illegalmente segregato Bonsu nelle celle di sicurezza: 2 anni di reclusione. Data la pena così bassa, ha potuto godere della sospensione condizionale della pena e della non menzione. Tutti gli imputati hanno già preannunciato appello in secondo grado.
Stabilito anche un risarcimento per Immanuel Bonsu pari a 135 mila euro (ne erano stati chiesti 500 mila), che dovranno pagare solo i vigili; considerato estraneo ai fatti il Comune di Parma, che quindi non è stato interessato al risarcimento.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©