Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pene da 2 a 12 anni per gli altri imputati

Parmalat: chiesti 20 anni di reclusione per Tanzi


Parmalat: chiesti 20 anni di reclusione per Tanzi
23/09/2010, 16:09

PARMA - Al termine di una lunga requisitoria, nel Tribunale di Parma il Pm Geraldo Laguardia ha chiesto una condanna pesantissima per Calisto Tanzi, per le sue responsabilità nel crac parmalat: 20 anni di reclusione. Mano pesante anche per Giovanni Tanzi, fratello di Calisto, condannato a 12 anni di reclusione. Solo 9 anni e 6 mesi per Fausto Tonna, a cui sono state riconosciute le attenuanti generiche, anche se solo equivalenti alle  aggravanti.
Le pene per gli altri imputati sono minori: 7 anni e 6 mesi per Domenico Barili, ex direttore marketing; 6 anni per Luciano Silingardi, ex componente esterno del Cda di Parmalat finanziaria; 6 anni per Paolo Sciumè; 6 anni per Camillo Florini, ex manager del settore turistico; 4 anni per Giuliano Panizzi; 4 anni per Mario Mutti; 4 anni per Davide Fratta; 3 anni per Paolo Compiani; 5 anni per Rosario Lucio Calogero; 5 anni per Fabio Branchi; 5 anni per Giovanni Bonici, ex Parmalat Venezuela ed ex amministratore di Bonlat; 4 anni per Enrico Barachini, 2 anni per Alfredo Gaetani; 2 anni per Sergio Erede.
Si tratta mediamente di richieste superiori di gran lunga alle peggiori aspettative.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©