Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Parte da Casal di Principe la campagna informativa sulla talassemia


Parte da Casal di Principe la campagna informativa sulla talassemia
16/03/2011, 15:03

 Venerdì 18 marzo ore 12.00 presso il reparto di Talassemia dell'ospedale “Cardarelli” di Napoli Conferenza stampa di presentazione del progetto "Una scelta di vita". promosso dall'associazione "Cuore e amore" di Casal di Principe in collaborazione e con il patrocinio della Regione Campania. Al tavolo dei relatori: Aldo Filosa, responsabile del reparto Talassemia al “Cardarelli” di Napoli; Angela Iacono, presidente della Fondazione Italiana Thalassemia “Leonardo Giambrone”; Maria Rosaria Madonna, presidente dell'Associazione “Cuore e Amore”. Franco Bianca regista e coproduttore del progetto  Il progetto, che a fine marzo distribuirà oltre tremila copie del dvd informativo sulla malattia in tutte le scuole medie e superiori della Campania, e alle Università che ne faranno richiesta, si propone di comunicare che la talassemia non è più malattia invalidante e che oggi i progressi compiuti dalla scienza medica garantiscono ai talassemici una vita normale. La talassemia, compresa tra le novanta malattie rare e con oltre settemila casi in Italia (con picchi in Sardegna, Sicilia e Campania), è poco nota al grande pubblico tanto da risultare tra le prime cause di aborto volontario. Oggi, che i progressi della medicina hanno regalato ai malati di talassemia una vita normale, la necessità di informare e impedire aborti inutili diventa stringente. E l'associazione “Cuore e Amore”, che da oltre 10 anni si occupa dell'iniziativa “Guarigione Talassemia”, ha voluto avviare una serrata campagna informativa per fermare gli aborti volontari dettati da una scarsa informazione. E con il video dal titolo “Una scelta di vita”, prodotto da Maria Rosaria Madonna e dal regista RAI Franco Bianca, si rivolge proprio ai bambini ed ai giovani affinché si rendano vettori d'informazione presso quel pubblico e quella generazione di adulti che ignorano o peggio reputano la talassemia ancora oggi una malattia invalidante e tale da motivare un aborto volontario. Il video, che a fine marzo sarà distribuito nelle scuole della Campania, raccoglie la testimonianza di un bambino talassemico e della sua famiglia, oltre a quella degli specialisti che da anni si occupano della malattia, della ricerca, e delle cure ai malati talassemici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©